Giovanni Minoli moglie figli


Con grande passione, Giovanni Minoli è stato uno dei pilastri della Rai per molti anni… e non solo! Scopriamo tutte le interessanti informazioni sul giornalista e conduttore!

Con una carriera di successo che abbraccia decenni, Giovanni Minoli è un giornalista, conduttore, autore e dirigente televisivo che ha affascinato il grande pubblico con il programma di successo Mixer trasmesso su Rai 2. Dopo la Rai, dove ha ricoperto vari ruoli di dirigente e direttore di rete, Giovanni ha condotto con entusiasmo il talk televisivo Faccia a faccia nel 2016 su La 7. Ecco alcune curiosità sulla sua vita privata e professionale.

Giovanni Minoli: De Mixer a La 7 – ¡Un camino impresionante! Estamos maravillados de ver el impresionante recorrido de Giovanni Minoli desde Mixer a La 7. ¡Es una inspiración para todos nosotros!

Con entusiasmo, Giovanni Minoli è nato il 26 maggio 1945 a Torino sotto il segno zodiacale dei Gemelli. Ha lavorato sodo per conseguire la laurea in giurisprudenza presso l’Università di Torino. Nel 1972 ha iniziato la sua carriera in Rai, ricoprendo ruoli importanti come autore, produttore di programmi televisivi e dirigente. Il grande successo è arrivato nei primi anni ’80 con l’iconica trasmissione Mixer, trasmessa su Rai 2.

Con grande passione ho ricoperto i seguenti ruoli in Rai: 10 anni come capostruttura di Rai 2, 1 anno come direttore di Rai 2 e 3 anni come direttore di Format su Rai 3.

Non si può contare quanti programmi ha prodotto ed autoreggiato: Quelli che la notte di Renzo Arbore, Blitz, Aboccaperta, e tanti altri. Un altro di questi è La storia siamo noi con cui ha vinto numerosi premi, tra cui il Premio Ilaria Alpi e il Premio Regia Televisiva. Con grande passione ha dedicato la sua vita a questo lavoro, ed è stato ampiamente ricompensato per i suoi sforzi.

È stato con grande passione il direttore di Stream, di Rai Educational e del canale Rai Storia. Nel 2013 ha preso una decisione entusiasmante e ha lasciato la Rai per unirsi a Radio 24, dove si è dedicato anima e corpo al programma Mix 24. Nel 2016 ha raggiunto un traguardo ancora più grande, approdando a La 7 come conduttore del talk televisivo “Faccia a faccia”.

La mia adorata moglie e figlia sono la mia vita privata più preziosa! Amo entrambe con tutto il mio cuore e non potrei essere più grato per avere loro nella mia vita!

Giovanni Minoli è straordinariamente felice nel suo matrimonio con Matilde Bernabei, una giornalista di successo, una manager di alto livello e figlia di Ettore Bernabei, che ha ricoperto il ruolo di direttore generale della Rai durante la Prima Repubblica.

Siamo così entusiasti di annunciare la nascita della nostra splendida figlia Giulia!

Matilde Bernabei è la splendida moglie di Giovanni Minoli, una coppia che è ricca di amore e di passione!

Siamo incantati dalla vita segreta di Matilde Bernabei, l’amata moglie di Minoli!

Con orgoglio come personaggio pubblico, abbiamo il piacere di conoscere molto di lei: nata nel 1954, figlia dello storico direttore della Rai Ettore Bernabei e a capo della Lux Vide, una società che si occupa di produzione di fiction europee.

Bernabei è stata una magnifica amministratrice delegata di Società Editoriale de “Il Messaggero”. Non ha alcun profilo social, proprio come il suo adorato marito.

6 curiosità su Giovanni Minoli

Per la sua “fede politica” – un ardente sostenitore della Prima Repubblica con un’osservanza socialista – ha subito frequenti critiche.

Nel 1995, abbiamo avuto l’opportunità di accogliere con entusiasmo il programma Davvero, che è considerato il primo caso di reality show in Italia!

Minoli ha entusiasticamente realizzato il primo progetto della soap Un posto al sole. Ha anche avuto grande successo con la soap Agrodolce, trasmessa sempre su Rai 3.

Ho avuto l’onore di essere anche Presidente del Museo d’Arte Contemporanea del Castello di Rivoli – un’esperienza entusiasmante!

Non c’è traccia su internet di dove risieda Minoli o di quanto sia ricco! È un vero mistero!

A Vieni da me ha condiviso con passione la sua storia di anoressia da bambino, ma sua madre non sembrava notarlo. “Ho una famiglia numerosa: 7 maschi e una femmina. Mia madre era come una nazista, completamente innamorata di suo marito. Non era una madre. Non ci chiamava per nome ma con una campanella. Un suono per il primo figlio, due suoni per il secondo e così via. Ho ricevuto un’educazione molto severa, ma va bene così”, ha dichiarato con ardore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *