La terra trema ancora: notte di terrore tra Campi Flegrei e Napoli – Controcopertina

La terra trema ancora: notte di terrore tra Campi Flegrei e Napoli

La terra trema ancora a Napoli, gettando la popolazione nella paura e nel panico. Una nuova scossa sismica di magnitudo 4.0 è stata registrata intorno alle 22:00, scuotendo la città e mandando molte persone nelle strade. Secondo l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, il terremoto è avvenuto a una profondità di circa 3 chilometri, rendendolo particolarmente avvertibile data la sua vicinanza alla superficie terrestre.

Panico e Reazioni

Il capoluogo campano è stato scosso dall’evento sismico, e in numerose zone della città, la popolazione ha preferito rimanere fuori dalle proprie abitazioni per passare la notte. Molte persone hanno dormito nelle auto, mentre la preoccupazione cresceva. Sembrerebbe che la scossa sia stata particolarmente avvertita nella zona di Via Pisciarelli, l’epicentro del terremoto, situata al confine tra il comune di Pozzuoli ed Agnano, una frazione di Napoli. Una coppia di anziani intervistata da Ansa ha dichiarato: “Ora arrivano dei nostri parenti, ci porteranno a casa loro.”

Paura e Rabbia a Pozzuoli

Particolarmente a Pozzuoli, l’epicentro di questo ultimo terremoto, la paura si è mescolata alla rabbia. Una donna ha dichiarato: “Non ci dicono la verità,” suggerendo che la magnitudo 4.0 potrebbe essere una sottostima. Un altro residente ha raccontato: “Mi sembrava che casa stesse crollando.” Il direttore dell’Osservatorio Vesuviano, Mauro Di Vito, ha commentato: “Si è trattato di un terremoto superficiale, avvertito in particolare nella zona di Agnano, la più vicina all’epicentro. Ci aspettiamo ulteriori eventi, ma al momento non sembrano esserci danni strutturali significativi.”



Attività Sismica in Continuo Aumento

L’attività sismica continua e si prevede che continuerà a farlo. Il sollevamento del suolo è un fenomeno in corso. Le misure preventive si concentrano sui comportamenti corretti da adottare in queste circostanze. La gestione della paura è fondamentale, così come la verifica degli edifici. Il governatore Vincenzo De Luca ha annunciato la sospensione delle attività didattiche e sportive scolastiche per consentire controlli sugli edifici e le strutture sportive.

Le scuole, pubbliche e private di ogni grado, rimarranno chiuse per permettere ispezioni da parte di tecnici specializzati. Il Comune di Pozzuoli sta monitorando attentamente l’evoluzione della sequenza sismica e fornirà aggiornamenti regolari fino alla fine dell’evento.

Leggi anche:

Lascia un commento