Molesta due bimbe in spiaggia a Rimini, le mamme lo "linciano" e lo fanno arrestare: l'uomo era in vacanza con la famiglia - Controcopertina
Rimani sempre aggiornato, Segui le nostre notizie cliccando sulla stellina ⭐️ a questo link --> Google News

Molesta due bimbe in spiaggia a Rimini, le mamme lo “linciano” e lo fanno arrestare: l’uomo era in vacanza con la famiglia

La spiaggia di Misano Adriatico, nel Riminese, è stata teatro di un episodio sconvolgente quando un uomo di 47 anni è stato arrestato per aver molestato due ragazzine di 10 e 11 anni. I genitori delle due bimbe hanno reagito prontamente e chiamato i carabinieri, mentre l’atmosfera si è fatta tesa con il rischio di un vero e proprio “linciaggio” da parte di alcuni genitori.

Leggi Anche  Il sogno realizzato di una nonna di 94 Anni: vedere il mare per la prima volta

Cosa è successo

Il primo allarme è stato lanciato da una 11enne, che, in lacrime, si è avvicinata alla madre e alle amiche raccontando che l’uomo, tenendo una bimba piccola tra le braccia, le avrebbe fatto un complimento e poi l’avrebbe molestata. Pochi minuti dopo, si è scoperto che anche una ragazzina di 10 anni era stata vittima di simili molestie.

Intervento delle Autorità

Le due vittime sono state portate in caserma, dove, con l’assistenza di una psicologa infantile, hanno confermato i fatti. Il 47enne, in vacanza con la famiglia, è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale e la sua convalida è prevista nelle prossime ore.

Questo drammatico episodio mette in luce l’importanza di vigilare attentamente sulla sicurezza dei nostri bambini, soprattutto in luoghi affollati come le spiagge. L’intervento tempestivo dei genitori e delle forze dell’ordine ha permesso di fermare il presunto aggressore e offrire supporto alle giovani vittime. La giustizia ora farà il suo corso per garantire che il responsabile sia adeguatamente punito per le sue azioni. La sicurezza dei nostri bambini deve essere sempre la massima priorità.

Continua a leggere su Controcopertina.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *