Roma, la protesta dei tassisti pronti al sit-in davanti al Campidoglio il 25 gennaio


I tassisti romani si stanno riunendo per prendere posizione contro l’attuale amministrazione e chiedere un’azione immediata contro i prezzi esorbitanti del carburante, nonché per combattere le pratiche sleali. Per far sentire la loro voce, hanno programmato un sit-in il 25 gennaio davanti al Campidoglio.

Chiediamo di essere ascoltati per difendere il nostro lavoro, la nostra dignità e il nostro futuro! È evidente che questa Amministrazione è interessata solo a chiedere, senza mai considerare le esigenze dei tassisti. Non possiamo più tacere e dobbiamo agire subito per contrastare il caro-carburante dovuto al nostro ruolo di servizio pubblico essenziale.

Chiediamo una manifestazione per prendere posizione contro l’abusivismo e per garantire l’applicazione dell’articolo 29, al fine di porre fine alle attività illegali degli NCC a Roma. Inoltre, chiediamo una deroga alla Risoluzione 371 che esenti i TAXI dall’obbligo di sostituire le loro auto diesel Euro3. Infine, chiediamo un intervento sulla tariffa e una modifica dell’articolo 31 per aggiornare la tariffa su base annuale.

È fondamentale che vengano immediatamente modificati gli articoli 9 e 19 del regolamento sul trasferimento delle licenze taxi agli eredi. Purtroppo il Sindaco, l’Assessore e la III Commissione Mobilità non hanno risposto a questa criticità e hanno preferito rimanere in silenzio, presumibilmente preoccupati da iniziative banali o inutili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *