Flavio Insinna a La7, l’addio al servizio pubblico con tanto affetto: “Arrivederci Rai, un immenso ringraziamento”



Flavio Insinna, noto conduttore e attore, è pronto a intraprendere una nuova avventura professionale sulla rete La7. Tuttavia, prima di voltare pagina, il presentatore ha voluto esprimere la propria gratitudine all’azienda che lo ha ospitato per anni, la Rai.Negli anni trascorsi in Rai, Insinna è stato protagonista di fiction di successo, come “Don Matteo”, “Ho sposato uno sbirro” e “La stoccata vincente”, oltre ad aver condotto programmi di grande popolarità, come “Affari tuoi” e “L’eredità”.
In un post pubblicato su X, Flavio ha ringraziato la “Famiglia Rai” con parole cariche di riconoscenza: “Grazie Rai, un gigantesco grazie. Grande così e anche di più“.Anche in un’intervista rilasciata a “Repubblica” lo scorso dicembre, Insinna aveva espresso la sua gratitudine verso l’azienda, sottolineando che “la vita è il rapporto con gli altri, darsi“, non solo i risultati ottenuti.Ora, Flavio Insinna si appresta a intraprendere una nuova sfida su La7, dove sarà al timone di un game show intitolato “Family Feud”, che andrà in onda dal 7 ottobre, prima del TG.
Secondo il direttore di rete Andrea Salerno, il programma “riguarda sondaggi sul Paese” e rappresenta una nuova sfida per il conduttore, che dovrà trovare “il vestito giusto” per il format.Il presidente di La7, Urbano Cairo, ha dichiarato di avere elevate aspettative su Flavio Insinna, ma senza porsi obiettivi troppo ambiziosi, considerando la complessità della fascia oraria e il fatto che il programma sarà “spalmato su sei giorni“, quindi avrà bisogno di tempo per crescere
.Questa nuova avventura di Flavio Insinna rappresenta un importante capitolo nella sua carriera, dopo gli anni di successo trascorsi in Rai. Il suo passaggio a La7 è un segnale di fiducia da parte della rete, che punta sul carisma e l’esperienza del conduttore per conquistare il pubblico.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *