Ilaria Salis è tornata a Monza, il rientro in Italia dopo 16 mesi in Ungheria. Il padre: «Grande commozione, è la fine di un brutto sogno»



Roberto Salis, il padre di Ilaria, ha espresso sollievo al rientro a Monza con sua figlia, sottolineando che ora devono cancellare le accuse contro di lei.



“Sì, è finito un incubo”. Queste le parole di Roberto Salis, padre di Ilaria, all’arrivo a Monza con la figlia. “Rimangono da risolvere alcune questioni poiché il processo è stato sospeso. Adesso dobbiamo far sì che venga cancellata questa accusa per cui Ilaria si dichiara innocente. Il viaggio è andato molto bene, ma Ilaria è estremamente stanca e provata”, ha aggiunto. “Ha vissuto un periodo di carcerazione molto difficile e ha subito torture. Ora ha bisogno di riposarsi e ci vorrà un po’ di tempo. L’abbiamo riportata qui dopo molti sforzi”.

Roberto Salis, c’è tanta emozione, ora io esco di scena

“C’è tanta emozione ma ora mi dimetto da portavoce di Ilaria e mi ritiro completamente”: così ha dichiarato Roberto Salis dopo aver riportato sua figlia Ilaria a casa da Budapest. “Quando siamo arrivati a Monza ci siamo fermati per scattare una foto davanti al cartello”, ha raccontato. “Ilaria non parlerà oggi, è troppo esausta”, ha spiegato, aggiungendo che “ora deve fare due feste di compleanno per recuperare quella dell’anno scorso”.

Ilaria Salis è tornata in Italia

Ilaria Salis è appena arrivata a casa dei suoi genitori a Monza, dopo un lungo viaggio in auto da Budapest. L’eurodeputata di Avs è rientrata in Italia dopo oltre 16 mesi trascorsi in Ungheria, dove era stata arrestata con l’accusa di aver partecipato a due aggressioni contro militanti di estrema destra. La 39enne è giunta accompagnata dal padre Roberto.

Attesa oggi a Monza

Ilaria Salis, l’attivista italiana eletta al Parlamento europeo con Avs, sta tornando in Italia dopo oltre 16 mesi di detenzione a Budapest con l’accusa di aver aggredito dei militanti di estrema destra. Accompagnata dal padre, che è partito ieri in auto per l’Ungheria e ha subito ripreso il viaggio con lei, Ilaria dovrebbe arrivare nel pomeriggio a Monza, dove vivono i suoi genitori. Ieri, il giudice Jozsef Sos le ha concesso l’immunità, sospendendo il processo a suo carico e rimuovendo il braccialetto elettronico che portava dal 23 maggio, quando ha lasciato il carcere per andare ai domiciliari.

Ilaria Salis festeggerà il suo 40esimo compleanno in Italia

Dopo la sua elezione al Parlamento europeo con Alleanza Verdi Sinistra, Ilaria Salis tornerà in Italia, all’indomani della sua liberazione concessa dall’Ungheria. Arrestata a Budapest nel febbraio 2023, festeggerà in Italia lunedì il suo 40esimo compleanno, tornando finalmente a casa dopo un lungo e difficile periodo di detenzione.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *