Ragazzo di 12 anni ustionato giocando con alcol, trasportato in condizioni gravissime al Policlinico



Un bambino di 12 anni lotta tra la vita e la morte dopo essere stato investito da una fiammata mentre cercava di rimuovere la colla con l’alcol in casa di un amico.Un tragico incidente domestico ha lasciato un 12enne in gravi condizioni all’ospedale Policlinico di Bari. Secondo le prime ricostruzioni, il ragazzo si trovava a casa di un amico in provincia di Lecce quando, giocando, si è sporcato il petto con della colla. Nel tentativo di rimuoverla, avrebbe utilizzato dell’alcol, provocando una fiammata che lo ha investito.



Gravi ustioni su circa il 60% del corpo

Il giovane è ricoverato in gravi condizioni con ustioni di secondo e terzo grado su circa il 60% del corpo, comprese il volto, l’addome, gli arti inferiori, le braccia e la mano sinistra. I medici del Policlinico di Bari stanno facendo tutto il possibile per trattare le gravi ustioni e stabilizzare le condizioni del paziente.

Dinamica dell’incidente ancora al vaglio degli investigatori

Le circostanze esatte dell’incidente sono ancora oggetto di indagine da parte delle forze dell’ordine. Secondo una prima ricostruzione, il 12enne, nel tentativo di sciogliere la colla rimasta dopo averla usata per sporcarsi il petto, avrebbe utilizzato un accendino, provocando la fiammata che lo ha investito. Tuttavia, gli investigatori stanno ancora lavorando per determinare con precisione la dinamica dell’incidente e le eventuali responsabilità.

L’importanza della prevenzione degli incidenti domestici

Questo tragico evento sottolinea l’importanza di prestare attenzione e adottare misure di sicurezza adeguate anche all’interno delle mura domestiche. Gli incidenti domestici possono verificarsi in qualsiasi momento, spesso a causa di una combinazione di fattori come la disattenzione, l’inesperienza e l’uso improprio di oggetti e sostanze. È fondamentale educare i bambini e i giovani sui rischi potenziali e insegnare loro come affrontare situazioni pericolose in modo sicuro.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *