Ragazzo di 23 anni si auto-amputa le gambe per frodare l’assicurazione, incassando soltanto 7mila euro: “Su suggerimento di un amico”



Si può giungere al punto di farsi amputare le gambe per truffare l’assicurazione, su consiglio di un amico. Questo incredibile episodio, purtroppo, è accaduto nel 2024. Oltre al danno fisico, la beffa economica: il ragazzo si ritrova senza gambe, senza denaro e dietro le sbarre. Questo sconvolgente caso ha destato scalpore non solo a Taiwan, ma in tutto il mondo. Zhang, uno studente universitario di 23 anni, è stato protagonista di questa assurda vicenda, in cui gli era stato suggerito un piano bizzarro per ottenere un risarcimento milionario dall’assicurazione.



Tuttavia, la truffa non ha avuto successo. Anzi, Zhang è riuscito ad ottenere solo una frazione del denaro sperato, appena 7.000 euro. Quando la frode è stata scoperta, lui e il suo complice, presumibilmente un amico d’infanzia di nome Liao, sono stati arrestati. Anche il risarcimento, ben lontano dalle aspettative di Zhang, è stato sequestrato. Pare che Liao abbia convinto Zhang a compiere questo gesto estremo per uscire dai debiti accumulati a causa di investimenti fallimentari nel settore delle criptovalute.

Il giovane, afflitto dai debiti e dalla disperazione, ha escogitato un piano malvagio e macabro. Insieme a Liao, si è messo in moto per trovare una spiegazione credibile da fornire ai soccorsi riguardo al presunto congelamento delle gambe del giovane. Pochi giorni prima dell’incidente, Zhang aveva acquistato numerose polizze assicurative online che coprivano questo tipo di incidenti.

Tuttavia, la truffa non ha funzionato e i medici hanno presto sospettato dell’intera vicenda. Le ferite riportate non corrispondevano a quelle tipiche di un congelamento naturale. Ad esempio, le ferite erano perfettamente simmetriche, un segno inequivocabile di un’azione intenzionale. Dopo una segnalazione alle autorità e un’indagine, è emerso che Zhang e il suo complice avevano pianificato il tutto nei minimi dettagli. Durante una perquisizione, sono stati trovati gli strumenti utilizzati per simulare l’incidente e commettere la frode.

Zhang e il suo complice sono stati arrestati e accusati di frode e tentata truffa. Questo triste episodio ci ricorda quanto possano essere gravi le conseguenze di azioni così irresponsabili e disoneste.



Lascia un commento