Ricerca urgente i genitori chiedono massima condivisione: due ragazze di 13 anni sparite al termine delle lezioni



Nel tranquillo comune di Sori, nel Levante di Genova, un senso di angoscia ha preso il posto della consueta serenità quando Viola e Beatrice, due amiche di tredici anni, non sono tornate a casa dopo la scuola lunedì pomeriggio. I genitori, travolti dalla disperazione, hanno subito cercato aiuto sui social media, lanciando un accorato appello: “Siamo i genitori di Viola e Beatrice, da ieri non abbiamo notizie di entrambe, si sono allontanate da scuola insieme. Siamo molto preoccupati e preghiamo chiunque dovesse incontrarle di contattarci o avvisare i carabinieri. Grazie per l’aiuto”.



Mobilitazione della comunità e ricerche attive

Le autorità, tempestivamente informate della scomparsa, hanno confermato l’avvio delle ricerche sia a Genova che nei comuni circostanti. La comunità locale si è stretta intorno alla causa, condividendo l’appello dei genitori e diffondendo la foto delle due giovani, sperando che possa portare a informazioni utili. Tuttavia, l’ansia cresce poiché uno dei telefoni cellulari delle ragazze è spento, mentre l’altra non ne possiede uno: “Una di loro ha con sé il telefonino, che risulta però spento, mentre l’altra non è in possesso di smartphone”.

Un passato che aggiunge complicazioni

Curioso notare che una delle due ragazze ha precedentemente manifestato tendenze all’allontanamento volontario, venendo poi ritrovata presso amici. Questo dettaglio complica ulteriormente la situazione, con le autorità che esaminano ogni possibilità: “Delle due una sarebbe ‘recidiva’, vale a dire che già in altre occasioni si sarebbe allontanata da casa per poi essere rintracciata dai carabinieri presso alcuni amici”. In questo momento di incertezza, l’appello dei genitori risuona come un grido di aiuto che unisce la comunità, tutti sperando in un felice epilogo.

La scomparsa di Viola e Beatrice ha gettato nell’ombra la tranquilla comunità di Sori, con familiari, amici e autorità che lavorano instancabilmente per garantire il ritorno delle ragazze a casa sane e salve.



Lascia un commento