Suor Myriam, imprenditrice monaca: “Con le mie quattro lauree sostengo chi soffre, in clausura ho trovato la gioia”



Suor Myriam D’Agostino è una figura poliedrica: imprenditrice, psicologa, giornalista e teologa. Volto del programma di Food Network “La cucina delle monache”, racconta la sua vita nel Monastero delle Benedettine di Sant’Anna, dove produce birra e olio.



Suor Myriam D’Agostino, imprenditrice, psicologa, giornalista e teologa, è il volto del programma di Food Network “La cucina delle monache”. La sua vita è dedicata al prossimo presso il Monastero delle Benedettine di Sant’Anna.

Suor Myriam D’Agostino, a 40 anni, è una monaca benedettina che ha scelto di dedicarsi al prossimo attraverso lo studio e l’imprenditoria. Insieme a Madre Noemi Scarpa, Suor Debora e Suor Eleonora, è protagonista del programma televisivo “La cucina delle monache”. Su Fanpage.it, Suor Myriam ha raccontato la sua storia, iniziata a 23 anni quando decise di entrare nel Monastero delle Benedettine di Sant’Anna a Bastia Umbra. “All’ultimo anno di università, lasciai la famiglia e il fidanzato per la clausura. Il fidanzato sparì completamente, mai più visto. La famiglia reagì con titubanza, convinti che sarei tornata a casa dopo due settimane. Non è stato così”.

Nata nel 1984, Suor Myriam ha sempre avuto una grande passione per lo studio. Prima di entrare in monastero, ha conseguito una Laurea in Filosofia presso l’Università Orientale di Napoli. Successivamente, ha ottenuto una Laurea in Teologia presso il Pontificio Ateneo Sant’Anselmo a Roma e una Laurea in Psicologia clinica e della riabilitazione. Attualmente, sta studiando per ottenere la sua quarta laurea.

La sua passione per il sapere non si è fermata alla teologia e alla psicologia. Suor Myriam è anche giornalista, LifeCoach e Counselor con orientamento Analitico transazionale. Ma non è solo la sua cultura a distinguersi: è anche un’imprenditrice. Insieme alle altre monache, gestisce un’azienda agricola che produce birra, farina, pasta, olio e altre delizie. “Nel 2007, poco prima di entrare in monastero, ho conseguito la Laurea in Filosofia presso l’Università Orientale di Napoli. Poi, la Laurea in Teologia presso il Pontificio Ateneo Sant’Anselmo a Roma. E la Laurea in Psicologia clinica e della riabilitazione. Non solo teologa, giornalista e psicologa, ma anche imprenditrice”.

La storia di Suor Myriam D’Agostino: imprenditrice, teologa, giornalista e psicologa

Prima di abbracciare la vita monastica, Suor Myriam era una studentessa di filosofia all’Università di Napoli. “Vivevo nella zona della stazione, secondogenita di sei fratelli. Per mantenermi agli studi facevo lavoretti: la babysitter, l’operatrice nei call center”. La decisione di intraprendere un percorso religioso è maturata durante il suo ultimo anno di università, quando ha iniziato a frequentare il Monastero delle Benedettine di Sant’Anna. “Quindici giorni dopo la laurea ho chiesto a Madre Noemi di poter entrare in monastero per fare un’esperienza senza data di scadenza. Da quel giorno non sono più tornata a casa”.

La clausura a 23 anni: “Il mio fidanzato sparì, la mia famiglia era preoccupata”

La reazione dei suoi cari non fu immediatamente positiva. “Il fidanzato è sparito completamente. La famiglia reagì con tanta titubanza, convinti che dopo due settimane sarei tornata a casa”. Ma Suor Myriam non ha mai avuto ripensamenti. “La mia vocazione è nata mentre vivevo questa esperienza in monastero. Sentivo che quella era la vita che mi avrebbe reso felice”.

L’imprenditrice monastica: produzione di birra, olio e pasta

Nel 2017, insieme alla comunità, Suor Myriam ha iniziato a gestire un’azienda agricola. “Qualche anno fa abbiamo accudito delle sorelle anziane in un monastero nelle Marche. Avevano una proprietà di diciassette ettari, tenuta in uno stato di semi abbandono. Abbiamo voluto creare qualcosa di bello e concreto, recuperando questo terreno”. L’azienda produce birra, marmellata, olio e prodotti tipici della tradizione monastica. “Oggi produciamo circa 20.000 bottiglie di birra all’anno. Abbiamo anche aperto un piccolo punto vendita ad Assisi”.

La gestione dell’azienda coinvolge tutta la comunità. “Ci occupiamo di tutto: dalla potatura degli ulivi alla raccolta delle olive. Abbiamo creato una struttura che ci permette di sostenere le nostre opere di carità”.

La Cucina delle Monache su Food Network: Suor Eleonora, Suor Myriam, Madre Noemi e Suor Deborah

Il programma “La cucina delle monache” su Food Network ha permesso a Suor Myriam di condividere con il pubblico le ricette della tradizione monastica. “Fortunatamente abbiamo molto campo libero. Scegliamo ricette legate alle nostre tradizioni e città di provenienza”.

Nonostante la vita monastica, Suor Myriam non è immune alle sfide. “I confronti ci sono, ma non andiamo mai a letto senza essersi riconciliate. È fondamentale ripristinare le relazioni prima di terminare la giornata”.

In conclusione, Suor Myriam D’Agostino è una figura unica che unisce spiritualità, studio e imprenditoria. “Puoi avere tutto e non essere felice. Io ho trovato la gioia nelle piccole cose apparentemente ordinarie”. Nonostante il suo amore per Napoli e il mare, ha scelto di investire la sua vita nella comunità monastica, trovando in essa la realizzazione e la felicità.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *