Home » Politica & Feudalesimo » Berlusconi, Ruby, De Gregorio e un paese normale

Berlusconi, Ruby, De Gregorio e un paese normale

ruby 18 ok okFacciamo così, per ragioni di sintesi e per amore dei nostri lettori. Prendiamo tutti i problemi giudiziari di Berlusconi fino al 2007. Decine di processi, centinaia di udienze, diritti tv, paradisi fiscali, Mondadori, fatti controversi, ombre, presunti rapporti con la mafia, Mangano, ecc. ecc. Resettiamo tutto. Facciamo finta che tutto quello che è stato fino al 2007 non sia mai successo e che Berlusconi, fino a quella data, fosse un santo. Arriviamo, dunque, al periodo che va dal 2007 ad oggi, ma scartiamo nuovamente tutte le questioni giudiziarie del caimano, tranne due: il caso De Gregorio e il caso Ruby Rubacuori. L’ex senatore ha ammesso davanti ai magistrati di Napoli che Berlusconi nel 2007 lo acquistò per 3 milioni dall’Italia dei Valori facendo passare al Pdl allo scopo di fare cadere il governo Prodi.

Nel 2010, il fatto è accertato, il caimano telefonò alla questura dicendo che Karima alias Ruby (accusata di furto) fosse nipote del Presidente egiziano Mubarak e che, per evitare guerre diplomatiche, bisognava lasciarla andare. La protagonista delle cenette simpatiche di Arcore, frequentate da minorenne, poté così tornare in libertà, con buona pace di chi in galera ci marcisce, magari ingiustamente, senza che a nessun politico la cosa interessi.

La conclusione è più che ovvia. In un paese normale, chi acquista un senatore e chiama la polizia raccontando una balla micidiale, pretendendo che l’intero paese poi ci creda, non farebbe politica da un bel po’ e, probabilmente, sarebbe anche dietro qualche sbarra. Accadrebbe in Spagna, Germania, Olanda, Svizzera, Svezia, Danimarca e probabilmente negli stessi Stati Uniti, dove un certo Bill Clinton passò le pene dell’inferno per un rapporto orale con una stagista maggiorenne. In Italia non solo la carriera politica di Berlusconi è lungi dal terminare, non solo il 30% degli elettori lo vorrebbe ancora capo del governo, ma un quarto di parlamento manifesta per lui come se fosse un martire e chiede a Napolitano di affossare ogni processo.

Loading...

Altre Storie

Cina shock: primo trapianto di testa su un cadavere, è russo il primo volontario vivente

Sarà il neurochirurgo italiano Sergio Canavero ad effettuare quest’intervento senza precedenti. Il dottor Canavero metterà …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *