Home » Politica & Feudalesimo » Il PD vota contro il conflitto d’interessi: 20 anni di prese in giro agli elettori

Il PD vota contro il conflitto d’interessi: 20 anni di prese in giro agli elettori

pd-pdl-inciucio-larghe-intese-governissimo-bertelli-micromega_thumb_bigIl PD ha preso per l’ennesima volta in giro i propri elettori: alla Camera dei Deputati, infatti, il centrosinistra di Matteo Renzi ha votato contro un emendamento che introduceva il conflitto di interessi nell’italicum e presentato da Pino Pisicchio (Cd) e da Pippo Civati (Pd). I sì sono stati 151, i no 316 e 11 gli astenuti. A favore oltre a Cd anche Sel, M5s, Lega, Pi. Insomma, come accade di consueto da 20 anni a questa parte ancora una volta il PD (ex DS, ex PDS) si presenta con un programma in campagna elettorale e poi governa al contrario.

I vari leader del centrosinistra che si sono susseguiti in questi anni – tutti puntualmente bruciati – hanno sempre voluto che fosse inserito nel programma il “conflitto d’interessi”: Prodi, D’Alema, Veltroni, Franceschini, Rutelli, Bersani, Letta e Renzi. Alla prova dei voti, però, quando il conflitto è arrivato in aula, non è mai stato votato dall’attuale PD, che anzi qualche anno fa con Luciano Violante ammise in mondovisione di aver “garantito a Berlusconi la non approvazione del conflitto d’interessi e l’intoccabilità delle sue aziende”. In nome di quale mandato?

Il programma che ad ogni elezione il centrosinistra propina agli elettori è solo carta straccia, basta andare a guardare come si è comportato il PD in questi mesi e confrontarlo con il programma con cui hanno preso i voti degli elettori circa un anno fa:

– BASTA LARGHE INTESE E MAI PIU’ CON BERLUSCONI: governano con NCD di Alfano e con Berlusconi hanno scritto la legge elettorale e vogliono riformarci assieme la costituzione

NO ALLA GUERRA E ALL’ACQUISTO DI F35: acquistati gli F35 e previste nuove spese per navi da guerra (circa 4 miliardi di euro)

LOTTA SERRATA AL GIOCO D’AZZARDO: condonati oltre 2 miliardi di euro (in principio erano 98) evasi dai furbetti delle slot machine

BASTA SACRIFICI SEMPRE DEI SOLITI, I RICCHI PAGHINO: hanno condonato 22 milioni di euro a Sorgenia di De Benedetti, tessera numero uno del PD

NUOVA LEGGE ELETTORALE MATTARELLUM CON LE PREFERENZE: hanno appena votato un Italicum peggio del Porcellum bocciando le preferenze…

La deriva è ormai chiara, il PD non esiste più se non al comando di Berlusconi per tramite di Renzi. Cosa ci si aspetta da un Presidente del Consiglio che scrive legge elettorale e riforma della costituzione con Berlusconi, ma nei mesi scorsi ha twittato così?

10 dicembre 2012, Renzi a Berlusconi: “Caro Silvio le cose si possono comprare, le persone no. Non tutte almeno. Io no. Hai le porte aperte per me? Chiudi pure, fa freddo”.

21 maggio 2013, Renzi a Berlusconi: “Per un partito come il mio sarà un grande giorno quando riuscirà a far capire che Berlusconi va mandato in pensione”

10 settembre 2013 Renzi da Vespa: “In qualsiasi Paese al mondo Berlusconi sarebbe andato a casa sua da solo senza aspettare alcuna decadenza. Quando una persona viene condannata con sentenza passata in giudicato, la partita è finita, è game over. Così accade in qualsiasi Paese del mondo”.

04 Dicembre 2013, Renzi a Letta: “Ma come si fa a governare con Alfano, Giovanardi e Formigoni?”

18 gennaio 2014, Renzi a Letta: “Non mi interessa di prendere il posto di nessuno, ma fare quello che interessa agli italiani #enricostaisereno”

15 febbraio 2014, Renzi a La7: “Io mai al governo tramite inciuci di Palazzo, solo con le elezioni”

Caro Renzi, esci da questo tweet.

[jwplayer player=”1″ mediaid=”11474″]

Foto: tratta dal Web

Loading...

Altre Storie

Maltempo Toscana, allerta rossa: scuole chiuse in quasi tutta la Regione [ELENCO]

Toscana nella morsa del gelo e del maltempo, con forte rischio neve. La Protezione Civile ha infatti diramato un’allerta rossa, in …

2 comments

    • Cosa non è vero nulla? Argomenta. Anche io posso dire “l’uomo non è mai andato sulla Luna”, ma le prove?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *