Gabby 4 anni uccisa di botte e con acqua bollente da mamma e fidanzato: si era fatta pipì addosso

 Ha ucciso atrocemente la figlioletta di 4 anni massacrandola di botte e bruciandola con acqua bollente. Così Candice Diaz, del Michigan, insieme al suo fidanzato, Brad Fields, si sono accaniti contro la piccola Gabrielle (Gabby) Barrett per oltre tre giorni. Dopo l’omicidio la coppia è fuggita lontano dalla città, sono stati rintracciati e arrestati in Georgia alcune settimane dopo.

Ma riavvolgiamo il nastro: il fatto è avvenuto il giorno di Capodanno dello scorso anno, solo oggi la donna si è dichiarata colpevole. Su di lei pesa una condanna di omicidio di secondo grado (da 30 a 60 anni di carcere). Questa brutta vicenda ha colpito l’intero Paese, tanto da definire la donna la “mamma animale”. Un caso di una brutalità efferata, ha detto la polizia. La Diaz ha raccontato di aver permesso a Gabby di entrare nella vasca e aprire l’acqua del bagno, ma pur sapendo che era caldissima non è intervenuta.

La piccola così ha riportato ustioni gravissime alle gambe e alle braccia, ma nessuno l’ha soccorsa e medicata. Anzi, non contenta, il giorno dopo ha ripetuto la tortura e ha immerso il corpo della bambina nell’acqua bollente. Poi ha fatto passare 36 lunghi minuti prima di chiamare la polizia e i soccorsi. La piccola è stata portata al Saint Joseph Mercy hospital, dove poco dopo è morta. Oltre alle gravi ustioni su tutto il corpo sono state riscontrate dai medici: lesioni traumatiche multiple e segni di maltrattamenti precedenti.

La polizia ha spiegato che entrambi gli assassini hanno disturbi mentali: «Abbiamo trovato pistole e droga in casa, oltre a una montagna di rifiuti e feci di animali». Nei documenti del tribunale si legge che «alla piccola dopo le sevizie con l’acqua bollente si è staccato l’alluce del piede e parti della sua pelle sono state trovate nello scarico del bagno. Ulteriori lesioni sono state riscontrate sul corpo di Gabby, non era dunque la prima volta che subiva violenze». Il giornale locale The Detroit News ha raccontato che la coppia aveva persino cercato online vari modi per punire la bambina «solo perché si era fatta la pipì addosso».

E così Gabby è stata costretta a dormire per mesi su un sacco della spazzatura di plastica sul pavimento freddo. Alla fine di ottobre, una giuria ha dichiarato Fields colpevole di omicidio, pedofilia, tortura e cospirazione per commettere abusi sui minori di primo e secondo grado. E’ stato condannato all’ergastolo. Mentre la Diaz ha patteggiato. In cambio, ha evitato la prigione a vita.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.