Chievo – Juventus streaming gratis su Rojadirecta e DAZN

Una guida che spiega come non perdere nessuna delle 10 partite della prima giornata di Serie A. Oltre ai canali classici offerti da Sky si è aggiunto anche Perform con la piattaforma online DAZN. Ecco come e dove vedere l’esordio della Juventus di Cristiano Ronaldo in casa del Chievo, il big match tra Lazio e Napoli, il debutto stagionale di Milan, Inter e Roma, e tutte le altre partite del primo turno del nuovo campionato italiano che prenderà il via il prossimo 18 agosto.

Come funziona DAZN

Sappiamo ormai qual è il funzionamento di Sky e di Mediaset Premium, non conosciamo invece il nuovo broadcaster affacciatosi da poco nel mondo dei diritti tv della nostra Serie A. Per fare ancora maggior chiarezza dunque spieghiamo cos’è DAZN e come è possibile usufruire dei suoi servizi. Si tratta di una piattaforma in streaming, diventa quindi indispensabile una connessione ad Internet dal momento che DAZN non trasmette né via satellite né tramite il digitale terrestre: la serie A dunque non si potrà vedere in tv a meno che non si disponga di un dispositivo appropriato (che abbia cioè una connessione ad internet), ossia una Smart tv o le console di gioco come Xbox e Playstation. Nel caso in cui non si disponga di questi, le partite sono visibili in HD su smartphone, tablet e computer.

E’ Presto per dire se giocherà dall’inizio, sicuramente il giorno di Bonucci richiama alla mente quello che è stato uno dei forza della Juventus negli ultimi anni, quella di questa tre: Barzagli, Bonucci e Chiellini che è stata una delle poche certezze soprattutto nei primi anni quando la formazione della Juventus partiva sempre da lì.

Per il momento non è detto che ci saranno tutti e tre insieme nel primo minuto, non è escluso che possa giocare Quadrado terzino, se Allegri opterà per i quattro difensori anche se, l’ipotesi non è assolutamente da escludere.

L’attesa è finita mancano davvero poche ore e tutti i tifosi della Juventus a Verona potranno assistere ai novanta minuti che andranno in scena al Bentegodi tra Chievo e Juventus. Di sicuro gli occhi saranno rivolti tutti su Cristiano Ronaldo. Che indosserà per la prima volta la maglia numero 7. Si, proprio lui, Cristiano Ronaldo che rappresenta certo il colpo più importante messo a segno dalla Juventus nella storia recente del club. Vediamo se l’arrivo del portoghese riuscirà a far fare il definitivo salto di qualità ai bianconeri anche a livello europeo. Ecco come si può vedere la partita tra Cbievo e Juventus in streaming legale e gratuito anche senza abbonamento tv.

La gara fra Chievo- Juventus  inizierà Sabato alle ore 18:00, è l’anticipo dell’ottava giornata di serie A.  Come Vedere Chievo- Juventus Streaming Gratis è possibile per tutti oggi Sabato 18 agosto alle ore 18:00 grazie a Mediaset e Sky che trasmetteranno la partita su Sky Super Calcio, Sky Sport 1 e Sky Calcio 1, anche in HD (alta definizione), e su Premium Sport e Premium Sport HD.

Chievo- Juventus  Alle ore 18:00  il match tra Chievo- Juventus. Si gioca per la Serie A  edizione 2018-19. streaming gratis per gli abbonati con Sky Go e Premium Play, app alle quali possiamo accedere con laptop, computer, smartphone e tablet.

Come possibili alternative dove vedere Chievo- Juventus, ci sarebbero, in via non del tutto ufficiale, Video YouTubeFacebook LiveStream e Periscope. Il raccoglitore internet di links online gratuiti Rojadirecta non è più da considerarsi valido, perchè dichiarato illegale in Italia già da un bel po’ di tempo.  La gara che si giocherà oggi alle ore 18:00 potrà essere seguita in tv come al solito sui dispositivi di Sky e Premium,oppure collegando il proprio personal computer alla tv con il cavo HDMI grazie al servizio in streaming delle due emittenti, Sky Go e Premium Play. Tuttavia, per vedere in streaming gratis Chievo- Juventus senza pagare bisogna andare su Rojadirecta oppure siti alternativi ad esso se non funziona: sono però siti pirata illegali, e non possiamo fare altro che sconsigliarne la fruizione.

Inoltre è disponibile l’app gratuita per dispositivi Android e iOS. Da segnalare anche il sito SportItalia che trasmette partite di campionati esteri in diretta Streaming gratuitamente. Ci sono siti esteri gratuiti come Rojadirecta(http://it.rojadirecta.eu/), Live Tv -> livetv.sx che offrono vari link per guardare tutte le partite in diretta streaming live e anche tutti gli eventi sportivi. Ma ci teniamo a ricordare che questi siti non sono legali in Italia e alcuni link potrebbero essere oscurati o non raggiungibili.

Agosto è sinonimo di vacanze per i comuni mortali, mese di prime volte e vetrine per chi appartiene ad altre dimensioni. Quindici anni fa, Cristiano Ronaldo debuttò all’Old Trafford entrando dalla panchina e durante quella mezzora in campo tra dribbling e finte non passò inosservato. Non aveva ancora impresso sulla pelle il marchio CR7, un calciatore che si è trasformato in azienda. Dopo lo sbarco sul pianeta Juventus e il primo gol non ufficiale nella minuscola Villar Perosa, oggi alle 18 Cris poserà il pregiato destro sulla Serie A. Lascerà l’astronave parcheggiata nel giardino della lussuosa villa torinese che affaccia sulla Gran Madre e salirà sul pullman bianconero per raggiungere il Bentegodi: qui debutterà, 19 giorni dopo il primo allenamento con la Juventus, contro il Chievo, la squadra di un quartiere di Verona. Quando il Chievo scopriva la Serie A (200102), Ronaldo era un ragazzino dello Sporting e ancora non aveva mai giocato con i grandi. Da allora il fenomeno ha collezionato tra Premier e Liga 488 presenze, il Chievo è arrivato a quota 596 nelle 16 stagioni di militanza in A.

CONFRONTO IMPARI Ronaldo contro il Chievo sembra un ossimoro: Gulliver contro i lillipuziani, due dimensioni imparagonabili. Basta scorrere qualche numero per rendersene conto: il monte ingaggi di tutta la rosa del Chievo (9,5 milioni di euro) è meno di un terzo di quello di Ronaldo (31 milioni di euro). Ma non sono solo i mussi (asini in veneto, soprannome dei gialloblù) a impallidire di fronte al gigante. Tra stipendio, sponsor e varie attività, Ronaldo guadagna circa 95 milioni di euro (fonte Forbes); in tutta la Serie A, solo sette squadre (Juventus, Inter, Napoli, Milan, Roma, Fiorentina e Lazio) superano per ricavi quella cifra. Cristiano è esagerato in tutte le sue declinazioni. In campionato (tra Liga, Premier League) ha segnato 395 reti, 8 in più di Higuain e Dzeko messi insieme (387 è il totale dei centri dei due centravanti tra A, Premier, Liga e Bundesliga). Ronaldo ha giocato 150 partite in Champions, 8 in più di tutti i difensori titolari delle 5 squadre più importanti del nostro campionato (Napoli, Roma, Inter, Milan e Lazio). Cris su Instagam ha 139 milioni di follower, il compagno di squadra Dybala, che nella Serie A pre Cristiano era il giocatore più seguito, supera i 20 milioni.

BUONA LA PRIMA Oggi da tutto il mondo guarderanno avidamente al Bentegodi. Per accogliere CR7, Verona ha predisposto misure di sicurezza degne dell’arrivo di un capo di stato. Stessa cosa che era accaduta a Villar Perosa, dove tutto è filato liscio proprio grazie al rigido protocollo. Eppure c’è stato un tempo in cui Ronaldo non creava tanto scompiglio. Succedeva 15 anni fa, quando un ragazzino coi riccioli scomposti e un accenno d’ansia dipinto sul concentratissimo volto sostituì Butt dopo una quindicina di minuti del secondo tempo. C’era il sole quel giorno a Manchester e Ronaldo, con la 7 che fu di Beckham e la gomma da masticare in bocca, illuminò l’Old Trafford vestito a festa per la prima stagionale di Premier contro il Bolton. I primi tocchi tradirono un certo nervosismo, poi si guadagnò un rigore sbagliato da Van Nistelrooy e recitò una parte nel secondo gol di Giggs. Sir Alex Ferguson, stregato dai prodigi dell’alieno una decina di giorni prima, quando lo vide in un’amichevole giocata dai suoi a Lisbona, capì che il suo fiuto non l’aveva abbandonato. Era un sabato d’agosto anche quando si presentò ai nuovi tifosi del Real Madrid, 9 estati fa: bagnò il debutto con un gol (su rigore) nel 3-2 al Deportivo, ma non fece da subito un’impressione galattica: la Gazzetta lo descrisse «ansioso, a segno su rigore ma prodigo di sbavature, errori e punizioni tirate male». Si è rifatto, negli anni a seguire, e abbondantemente con gli interessi, a giudicare dalle 4 Champions League sbaciucchiate a Madrid, per un totale di 5 se contiamo anche quella conquistata in Inghilterra. Il Milan, che è la squadra più vincente in Europa della Serie A, lo supera con le 7 conquistate nella sua storia ultracentenaria.Mai visto nulla del genere a Verona per una partita di calcio. Qualcosa di simile capitò per il concerto di Robbie Williams».

CR7 e l’ex Take That sono due figure iconiche, che vanno ben al di là dei rispettivi campi d’azione, il palco per Robbie e un parto verde per Cristiano. In Comune sono al lavoro da settimane per gestire lo sbarco dellì’Alieno, giornata storica per la città di Romeo e Giulietta. Il fattore vacanze estive, che ha ridotto di molto le presenze in città, non regge di fronte a CR7. E le misure messe in campo sono straordinarie. E’ stato confermato anche l’utilizzo di due unità dell’Antiterrorismo, una dei Carabinieri e una della Questura. Non perché, fanno sapere dalla Prefettura, ci siano delle minacce o un’allerta specifica,ma per far fronte nel migliore dei modi al grande afflusso di gente nell’area dello Stadio Bentegodi.

TUTTO ESAURITO L’evento richiamerà allo stadio almeno 32 mila spettatori. Il mercato settimanale sarà sgomberato in anticipo rispetto al consueto orario. Tutti gli agenti della Polizia Municipale saranno in servizio oggi pomeriggio: l’obiettivo è quello di convogliare il maggior numero di veicoli negli stalli attorno al Bentegodi. I tifosi organizzati della Juve saranno posizionati nella Curva Sud e avranno a disposizione i parcheggi A e B. All’esaurimento dei parcheggi intorno al Bentegodi, il quartiere sarà completamente chiuso al traffico salvo che per i residenti, mentre sarà creata una grande area pedonale tra la stazione ferroviaria di Verona Porta Nuova e Piazzale Olimpia. Nell’area transiteranno esclusivamente i mezzi pubblici. E’ previsto traffico molto intenso al casello di Verona Nord e l’uscita «Stadio» della Tangenziale Nord sarà chiusa già dalle 16. La Polizia vigilerà anche sulla vendita abusiva di biglietti da parte di bagarini, anche perché nei giorni scorsi sono già stati segnalati casi di vendita di biglietti falsi.

DA TUTTO IL MONDO Il Chievo e Verona per un giorno saranno al centro dell’universo pallonaro. E mentre il tecnico D’Anna studiava come limitare Ronaldo, in società sono pervenute richieste di accredito da Cina, Giappone, Portogallo, Spagna, Germania, Olanda, Inghilterra e molti altri Paesi per un totale di circa 130 giornalisti che affolleranno la tribuna stampa, oltre alle troupe delle varie televisioni, stimate tra 10 e 15 in tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *