Press "Enter" to skip to content

Dieta, consigli utili dopo le vacanze estive

Mangiare bene è un buon modo per mantenere i benefici delle vacanze. Non solo per la tintarella, ma anche per la forma acquistata grazie al movimento fatto. Cibi amici della tintarella

Il nemico della tintarella a lunga durata è la disidratazione, che si combatte anche da •dentro, e non solo 1 bevendo molto. È importante anche dare ampio spazio a frutta e verdura, che essendo ricche d’acqua aiutano a ricompattare l’epidermide e a rendere più omogenea la tintarella.

Tra la frutta e la verdura più ricche d’acqua ci sono il melone, l’anguria, le pesche e i pomodori. Porta in tavola spesso la frutta e la verdura gialla e arancione, perché sono ricche di betacarotene, una sostanza | simile alla melanina che, depositandosi negli strati profondi della pelle, la I protegge dai raggi Uv facendo durare l’abbronzatura più a lungo. Una curiosità riguarda le ostriche, che contengono un’elevata quantità di zinco,

minerale che preserva i cheratinociti, le cellule più superficiali della pelle, facendo durare l’abbronzatura più a lungo. Mangiarle spesso è sicuramente costoso. Ma pesci più economici, la carne rossa e la frutta secca hanno un buon contenuto di questo minerale.

Più tonica e splendente

 Tintarella a parte, una buona dieta  può aiutarti a mantenerti in forma o a  recuperare gli eccessi estivi. «Un’alimentazione sana ed equilibrata è ad  esempio essenziale per mantenere la pelle bella e luminosa, dopo che si è state a lungo sotto il sole. I raggi Uv, infatti, tendono a seccare molto la pelle e ad accelerarne di conseguenza l’invecchiamento. Per questo una dieta ricca di antiossidanti (ovvero le sostanze che combattono l’invecchiamento) è l’ideale al ritorno dalle vacanze», spiega la dottoressa Evelina Pachi, specialista in Scienza dell’Alimentazione.

Sì alle proteine. Per la bellezza della pelle ricordiamoci di dare ampio spazio alle proteine (legumi, carne magra, pesce, uova) che ricostituiscono proprio la porzione proteica della cute, di mangiare molta frutta e verdura (ricche di preziosi antiossidanti) e di bere almeno due litri di acqua al giorno (per combattere la disidratazione).

Prediligi le cotture light. Per non affaticare il fegato e mantenere la pelle luminosa, evitiamo cotture “pesanti” come fritti e soffritti, salse, ma anche carne e pesci grassi, alcolici, insaccati e dolci elaborati.

Fai scorta di probiotici. Per depurarti dalle scorie, mangia gli yogurt arricchiti di probiotici che fanno lavorare al meglio il tuo intestino. «Così eviti l’accumulo di sostanze di scarto che danno una colorazione grigia al tuo incarnato», consiglia la dottoressa Evelina Flachi.

Butta il pacchetto di sigarette! Ricordati poi di non fumare, perché le sigarette riducono gli effetti antiossidanti della vitamina C, che invece combatte un precoce invecchiamento della pelle.

Al mattino bevi un succo. Inizia la giornata con due cucchiai di sciroppo d’aloe vera, una bevanda antiossidante, ricca di vitamine e minerali depurativa che ti aiuterà a sgonfiarti e a eliminare le tossine.

Una delle prime cose da inserire nella lista delle cose da fare al rientro è una I bella dieta depurativa che vi faccia tornare in forma e sentire leggere in poco tempo. Basta aperitivi in cui tutto è concesso, merenda pomeridiana a I base di cibi unti e grassi, basta con cene infinite coronate sempre dal dolce! Seguite questo schema e in soli 7 giorni inizierete a sentirvi meglio. Come vedete, non sono indicate con precisione le dosi: sarebbe meglio personalizzare la dieta, con l’aiuto di uno j specialista. Le quantità variano infatti in base all’età, alla struttura fisica, ai chili che si vogliono/devono perdere.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *