L’adolescente con la trisomia 21 sente gridare – si tuffa in acqua e salva 2 ragazze che stavano annegando

È difficile sapere come reagiremmo in caso di pericolo. Alcuni preferiscono proteggere se stessi a tutti i costi, altri provano a salvare le persone in pericolo. Solo quando capita davvero, capiamo chi sono i veri eroi.

Di recente un adolescente italiano si è fatto avanti, dimostrandosi un eroe agli occhi di tutti. Si chiama Valerio Catoia e non ha esitato un momento a salvae due ragazze in pericolo, come riporta la pagina Facebook Il Dubbio. A 17 anni, Valerio ha ricevuto una medaglia per il suo coraggio da Luca Lotti, il Ministro per lo Sport.

Valerio si trovava in spiaggia con il padre e la sorella quando ha sentito qualcuno gridare in mare. Non ha esitato un secondo e, accompagnato dal padre, si è tuffato in acqua per aiutare le due ragazzine di 10 e 14 anni. Quest’ultime erano state trascinate a largo dalla corrente e non riuscivano a ritornare indietro.

La famiglia di Valerio ha sempre notato nel ragazzo una particolare attrazione per l’acqua. Valerio ha iniziato a prendere lezioni di nuoto a 3 anni. Ha messo su massa muscolare e sviluppato una grande resistenza – ecco perchè a 17 anni è diventato un grande nuotatore.

Inoltre, ha iniziato a prendere lezioni di primo soccorso, e ha persino partecipato ai Giochi Olimpici Speciali. Come riporta Wikipedia, si tratta di “una manifestazione multisportiva per atleti con disabilità intellettiva, organizzata con cadenza biennale.”.

Senza l’intervento di questo ragazzo coraggioso e di suo padre, l’episodio avrebbe potuto finire in tragedia. I soccorritori sono arrivati sulla scena quando padre e figlio avevano già portato le ragazze sulla spiaggia.

Il suo coraggio è stato applaudito in tutto il mondo. Nel video qui a seguire, vediamo Valerio ricevere la medaglia dal ministro per lo sport. Un momento meraviglioso!

Valerio è un ragazzo incredibile, oltre a salvare vite, ci ricorda ancora una volta che le persone disabili e/o con la sindrome di Down possono essere eroi a pieno titolo. Merita un grande riconoscimento per il suo gesto eroico!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *