Monica Bellucci: Il suo Nicolas è un artista e ha 18 anni meno di lei

Premessa: questo articolo è dedicato alle nostre lettrici. Senza offesa, ma i nostri amati lettori maschi possono anche girare pagina, tanto non capirebbero. La notizia è che Monica Bellucci, 54 anni di charme e sexitudine, è pazza d’amore. Lui si chiama Nicolas Lefebvre, fa l’artista, ha i capelli sciamannati e 36 anni. 18 meno di Monica. Ora potremmo metterci a fare battute sul fatto che lei aveva giurato che «cougar mai, un uomo più giovane lo guarderei come un figlio» e che insomma queste cose qui possono farle solo le attrici, perché tanto se col trentenne capellone ci andiamo in giro noi ci ridono dietro ecc ecc. Ma il punto è un altro. La verità è che Monica ha fatto bingo. E vi spieghiamo perché.

1) Nicolas è un uomo interessante. Gran viaggiatore, vive in una mansarda sui tetti di Parigi arredata con specchi khmer e i tappeti berberi. Appoggiati su una stuoia di cocco, a terra, tiene impilati libri dai titoli esotici come L’alba agli antipodi e I misteri del femminile. Siamo oneste: tra passare una serata con lui a farsi raccontare della Papua Nuova Guinea e mettere i piatti in lavastoglie col marito che guarda l’Inter spiaccicato sul divano, non c’è gara.

2) Nicolas è un gran bel vedere. Non che non ci piacesse Vincent Cassel, l’ex marito di Monica, con quella faccia imperfetta e guascona, ma Nicolas ha dalla sua vent’anni di meno e un’aria sfacciatamente fricchettona che mette di buonumore. E siccome c’è un momento nella vita in cui di uomini nevrotici e tormentati (o spiaccicati sul divano) ne hai avuto abbastanza, gli perdoni pure quei capelli scombinati e schiariti con lo shatush che sì, fanno un po’ Neanderthal, ma pazienza.

3) Nicolas è un papà affettuoso. Anahi, sei anni, avuta da una relazione precedente, è il suo ritratto e la luce dei suoi occhi. «Appena posso la porto con me in giro per mercatini di bric- à-brac. E quando piove, dedichiamo interi pomeriggi a dipingere cornici e mobili per la sua stanza», racconta lui in tv, la voce calda. Alzi la mano la mamma divorziata di due figlie (da Cassel Monica ha avuto Deva, 14, e Léonie, 8) che non farebbe carte false per portarsi a casa un tipo così.

4) Nicolas è la miglior vendetta. Quando hai un ex marito che si sposa una modella che potrebbe essere sua figlia, come Cassel ha fatto con Tina Kuna- key, hai solo due possibilità: o ti chiudi in bagno a piangere con un container di kleenex, o te la spassi facendoti baciare per le strade della Rive gauche in una notte di dicembre. Monica non ha avuto dubbi. E noi, per quanto innamorate dei nostri mariti addivanati con la Champions, la capiamo benissimo. Ps. Se siete arrivati fin qui, cari lettori maschi, non fate i permalosi: noi vi avevamo avvertito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *