Albano Carrisi corriere per la droga: “25 mila lire al mese stavo benissimo”

Pubblicato il: 18 Dicembre 2019 alle 2:44

I fan di Albano Carrisi sono in trepidante attesa di conoscere quali sono state le dichiarazioni che il cantante di Cellino San Marco ha rilasciato al programma di Simona Ventura qualche giorno fa. L’artista ha parlato della mancanza della mamma e delle rivelazioni scioccanti sulla droga e sul diventare un corriere di stupefacenti.

Albano Carrisi e la droga

La droga è sempre stata una presenza molto costante nella vita di Albano Carrisi, la figlia Romina Jr non ha mai nascosto di aver avuto dei problemi a questa legati come con l’alcol, mentre secondo il cantante sempre questa sarebbe uno dei motivi principali per il qual è finito il matrimonio con Romina e non solo.

Secondo il cantante di Cellino San Marco, la doga potrebbe essere il vero spettro che si cela dietro la scomparsa della figlia Ylenia, avvenuta tra dicembre del 1993 e gennaio 1994. Oggi ecco che il cantante torna sull’argomento, rilasciando delle dichiarazioni che nessuno avrebbe mai immaginato.

Albano Carrisi corriere per la droga?

Come abbiamo avuto modo di spiegare all’inizio del nostro articolo, Albano Carrisi è stato protagonista di una lunga intervista rilasciata a cuore aperto dopo la morte di mamma Jolanda. L’artista ha voluto raccontare alcuni aneddoti della sua vita che nessuno conosceva.

Nel momento in cui si trasferisce a Milano ecco che arriva il primo lavoro nella ristorazione: “Quando facevo il cameriere certa gente mi diceva: Potresti dare delle bustine a chi ti dico io e potresti guadagnare molto di più”. Il cantante continua dicendo: “Ma risposi che io con 25 mila lire al mese stavo benissimo, non avevo bisogno d’altro”.

“Ti aiuta un giorno e ti ammazza per sempre”

L’intervista rilasciata a Settimana Ventura diventa l’occasione perfetta per raccontare un nuovo aspetto di Albano Carrisi, alcune cose che nessuno ad oggi aveva avuto modo di conosce preferendo tenerle magari per sé.

Il momento di spettacolo, dunque, diventa una sorta di vero confessionale e ad accogliere le dichiarazioni c’è Simona Ventura che ascolta quasi totalmente in silenzio Albano Carrisi. Non a caso nel suo racconto, Albano spiega che il merito della retta via è dovuto alla sua famiglia che è sempre stata di supporto: “Mi proponevano droga da portare ai loro clienti cosa che non ho accettato. È la fortuna di avere una famiglia solida alle spalle.  Ho sempre scelto la strada della positività. Mio padre mi parlava di droga nelle campagne, diceva ti aiuta un giorno e ti ammazza per sempre”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *