Calciomercato Inter, giocatori in prestito, compresi Karamoh e Radu

La caccia alle plusvalenze era stato il tormentone dell’estate 2018 dell’Inter, ma non è finita un anno fa. La tagliola dei vincoli del fair play Uefa accompagnerà ancora il mercato dei nerazzurri, che dovranno incassare una cifra tra i 30 e i 40 milioni di plusvalenze con le cessioni entro il 30 giugno. Poi non ci saranno più paletti, ma sino ad allora Marotta e Ausilio dovranno lavorare in quella direzione. Un’estate fa l’obiettivo dei 45 milioni di euro venne raggiunto grazie al sacrificio di tanti giovani della Primavera vinci-tutto di Vecchi, ma quest’anno la strategia dovrà essere obbligatoriamente un’altra perché il vivaio non ha giovani che possano riempire le casse del club.

Il piano A prevede la cessione di un big, con Ivan Perisic e Mauro Icardi in primissima fila: in questo caso, ovviamente, il problema sarebbe risolto in un baleno e l’Inter ripartirebbe subito. Se, invece, le trattative che riguardano Ivan e Mauro dovessero andare per le lunghe o le offerte essere troppo basse (ipotesi non trascurabile, visto che i club acquirenti potrebbero approfittare della fretta dell’Inter), ecco che i nerazzurri dovrebbero virare sul piano B. Un’alternativa che al momento contiene 4 giocatori cresciuti ad Appiano e ora in prestito, ovvero Zinho Vanheusden, Yann Karamoh, Ionut Radu e Andrea Pinamonti.

MEGLIO GIOVENTÙ Vanheusden, legato ai nerazzurri con un contratto sino al 2022, sta giocando una stagione da protagonista allo Standard Liegi, tanto che la lega l’ha candidato al premio di «migliore matricola » dell’anno. L’Inter ritiene il 19enne centrale belga già pronto per la prima squadra, ma l’arrivo di Diego Godin dall’Atletico e il fresco rinnovo di Ranocchia riducono sensibilmente gli spazi: ecco perché in caso di necessità di cash entro fine giugno il club potrebbe anche essere spinto a sacrificarlo, magari studiando con lo stesso Standard una formula che possa fare guadagnare i nerazzurri. Un altro nome che può servire alla causa plusvalenze è quello di Yann Karamoh, ora in prestito al Bordeaux.

La stagione del 20enne esterno francese è stata tutt’altro che lineare: dopo avere iniziato bene, e molto spesso da titolare, Yann legato all’Inter sino al 2021, è stato sospeso per motivi disciplinari ed è poi tornato stabilmente in squadra. Giocare l’Europeo Under 21 da protagonista quest’estate potrebbe far crescere il suo peso sul mercato. Anche Ionut Radu ha mercato: se l’Inter riscatta il 21enne romeno dal Genoa a giugno dovrà versare a Preziosi 15 milioni, se posticipa il rientro a giugno 2020 saranno necessari 18 milioni. L’intenzione è di esercitare subito la recompra e visto che a giugno arriverà dal Parma il portiere dell’U20 brasiliana Brazao (parcheggiato per ragioni di passaporto), Ionit potrebbe entrare in qualche trattativa.

Così come Andrea Pinamonti, sotto contratto con l’Inter sino al giugno 2021: l’estate scorsa non erano arrivate proposte economicamente interessanti per l’attaccante 19enne, passato in prestito secco al Frosinone nell’ultimo giorno di mercato. Le 25 partite con 5 gol nella prima stagione di A potrebbero valere tanto. E l’Inter, se dovesse averne bisogno, potrebbe monetizzare la sua crescita risolvendo anche grazie a lui la nuova caccia alle plusvalenze.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.