Detrazione pensione con modello 730/219: guida ai pensionati per la dichiarazione dei redditi

Non soltanto i lavoratori dipendenti e autonomi ma anche i pensionati devono presentare la dichiarazione dei redditi e devono farlo utilizzando il modello 730 2019. La dichiarazione dei redditi va presentata da coloro che nel periodo dell’imposta 2018, hanno percepito un reddito da lavoro oppure da pensione o ancora da redditi di terreni o fabbricati, così come pure redditi di capitale e di impresa. Si prevede però una No Tax Area al di sotto della quale sembra che i pensionati non siano obbligati a presentare la dichiarazione dei redditi. Proprio per quest’anno non sembrano esserci delle grandi differenze tra pensionati che hanno meno e più di 75 anni, ma per entrambe le categorie la No Tax Area ammonta a €8000. Nel caso in cui si dovesse superare questa soglia di reddito, allora scatta l’obbligo di presentare la dichiarazione dei redditi utilizzando quindi il modello 730/2019 in modo così da capire se si è in debito oppure in credito IRPEF.

Non finisce qui perché nel momento in cui i pensionati presentano la dichiarazione dei redditi con il modello 730 ed una volta indicato nel quadro C quanto è stato indicato nella certificazione unica INPS potranno ottenere un eventuale rimborso IRPEF nel caso in cui si è a credito direttamente nel cedolino della pensione. Questo rimborso si potrà percepire durante il mese di agosto o al massimo a settembre. Questa cosa vale per coloro che invece sono in debito Irpef ed in questo caso, ci saranno delle trattenute direttamente sulla pensione o di agosto o di settembre. Ad ogni modo il pensionato potrà ridurre le tasse da pagare sulla pensione grazie a tutta una serie di detrazioni, che per chi non lo sapesse vengono comunque applicate sulla stesso reddito di pensione.

Detrazioni redditi da pensione: come si calcolano

L’articolo 13 del DPR 917 del 22 dicembre 1986 cita tutti quelli che sono i criteri per il calcolo della detrazione su redditi da pensione. Questa è calcolata tenendo proprio conto del reddito complessivo percepito e va rapportata ai mesi dell’anno dove è stata percepita la pensione. Nello specifico, quando il reddito complessivo risulta inferiore a €8000 su reddito da pensione spetta una detrazione IRPEF che è pari a €1880 e l’ammontare della detrazione effettivamente spettante non sarà inferiore ai €713,00.

Qualora invece il reddito complessivo sia tra 8.001,00 euro e 15.000,00€, la detrazione si calcola semplicemente aggiungendo €1297,00 che è il risultato di questa operazione ovvero (15.000€ – reddito complessivo)/7.000. Qualora invece il reddito complessivo sia compreso tra 15.001,00 euro e 55.000,00 euro,i 1.297,00€ suddetti vanno moltiplicati per la somma risultante dalla seguente operazione ovvero(55.000€ – reddito complessivo)/40.000.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *