Press "Enter" to skip to content

Flavio Insinna nel mirino della bufera: l’attacco e il consiglio di calmarsi

Flavio Insinna nuovamente nel mirino della bufera. A quanto pare non sono ancora finiti i guai per L’Eredità, tanto che la produzione televisiva della Rai dovrà prendere dei seri provvedimenti nei confronti degli haters che di giorno in giorno rilasciano sul web commenti di ogni tipo. Ecco cosa sta succedendo.

Flavio Insinna sconfigge Gerry Scotti

Ogni giorno diventa una vera e propria lotta per i conduttori dei game show delle reti nazionali che di giorno in giorno devono fare i conti i dati auditel. La giornata, dunque, si conclude sempre con una domanda: chi ha battuto chi?

Nel corso dell’estate 2019 abbiamo visto regnare Gerry Scotti con Caduta Libera, anche se Reazione a catena con la conduzione di Marco Liorni si è dimostrato un degno avversario ma nel momento in cui è tornata L’Eredità ecco che i giochi in tavola cambiano e tutto è ormai diverso. Flavio Insinna riesce a sconfiggere Gerry Scotti con entrambi i format di cada Mediaset, riuscendo così a mettere in secondo piano Caduta Libera e successivamente anche Conto alla rovescia. Boccone amaro per il conduttore di Mediaset che comunque non temerebbe il distacco.

Flavio Insinna nel mirino della bufera

Più notorietà si conquista più di diventa facilmente attaccabili? Qualcuno direbbe “l’importante è che se ne parli” ma questa volta sembrerebbe che una bufera con pochi precedenti a suo seguito abbia travolto nuovamente Flavio Insinna. Ebbene sì, stiamo parlando degli haters che ogni giorno attaccano sia il conduttore, che i concorrenti il programma. Si tratta di commenti negativi che hanno superato il limite dell’ammissibile.

Come riportato anche da Kontrokultura un utente del web avrebbe attaccato Flavio Insinna con un commento negativo: “Sto guardando L’Eredità… ma perché urli, ti agiti? Sei sempre sopra le righe, datti una calmata”.

Leoni da tastiera

La cosa avrebbe creato parecchia baraonda in casa Rai, scatenando una bufera tra i produttori che sarebbero ormai stanchi di leggere determinati commenti. I social forniscono agli autori dei feedback immediati, ma come agire nei confronti chi contiene dentro di sé tanto odio?

Al momento non è stato resa nota nessuna manovra difensiva da parte della Rai che non ha ancora voluto commentare l’accaduto. Flavio Insinna, seguendo questa scia, sta preferendo restare in silenzio, facendo sì probabilmente che il popolo del web annulli determinati attacchi di chi è capace di essere un leone solo dietro il muro della tastiera. Ma quale sarà la massa che la Rai ha intenzione di mettere in atto contro gli haters?