Furto a un personaggio di Amici di Maria De Filippi: “Dovrei stare zitto”

Pubblicato il: 31 Dicembre 2019 alle 1:40

La scuola di Amici di Maria De Filippi ha chiuso in vista delle vacanze di Natale e tutti, sia studenti, che professori che ballerini professionisti, stanno trascorrendo questi giorni di festa insieme alle loro famiglie. Lo stesso è successo per Andreas Muller che ha raccontato un evento spiacevole sui social.

Andreas Muller dopo la vittoria ad Amici

Nel corso di questi anni abbiamo imparato a conoscere meglio Andreas Muller grazie al percorso che il ballerino ha fatto come alunno nella scuola di Amici di Maria De Filippi, diventando uno dei nuovi campioni e che adesso è entrato a far parte del cast dei ballerini professionisti del programma.

La scuola di talenti per Andreas Muller ha rappresentato un punto di svolta nella sua vita grazie anche all’incontro con Veronica Peparini, prima sua insegnante e adesso sua compagna con la quale vive un’intensa relazione d’amore, come documentato dai canali social. A raggiungere la coppia in questi giorni sono stati i familiari di Andreas Muller, i quali sono stati vittima di un furto.

Furto a un personaggio di Amici

Non è la prima volta che un personaggio di Amici di Maria De Filippi viene preso di mira da alcuni malviventi e, dopo quello che è successo a Lorella Boccia, adesso è il turno di Andreas Muller che ha raccontato cosa è successo alla sua macchina nella Capitale.

Il messaggio del ballerino arriva su Instagram dove scrive: “Sono a Roma, la mia famiglia è venuta qui per stare un po’ insieme a me. Mio padre ritrova la sua macchina così e mi viene una rabbia perché un grandissimo testa di **** o più teste di ****, devono rompere in tutti i sensi i *****. Oltretutto ad una macchina già vecchia di suo, con un ***** di niente dentro, ne oro, ne soldi, semplicemente un telefono (quello vecchio di mia madre, visto che per Natale glie ne ho regalato uno nuovo) tra l’altro rotto”.

“Dovrei stare zitto”

Lo sfogo di Andreas Muller diventa molto duro, mentre il ballerino cerca vendetta e spiegazioni: “Quindi il ***** o i ***** si accorgeranno di poter far ben poco con un telefono rotto, ma allo stesso tempo da questa parte mi ***** come una bestia perché queste persone mentre fanno queste cose vorrei beccarle io sul momento, invece come al solito nessuno vede mai nulla e delle ‘vacanze’ in serenità devono essere destabilizzate così”.

Il ballerino conclude scrivendo nel post: “Dovrei star zitto e neanche badare a queste cose e andare avanti. Ma siete delle grandissime ****. E alla mia famiglia ci penso io, a costo di lavorare il doppio e aggiustare il danno o dare a mio padre la mia di macchina tra qualche mese, ma auguro a queste tipologie di deficienti di vivere in solitudine”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *