Ligabue, ospite d’eccezione al Festival di Sanremo. Biografia, carriera e curiosità

Grande ospite d’eccezione questa sera al festival di Sanremo 2019. Sul palco dell’Ariston salirà un cantautore, scrittore, regista e produttore discografico conosciuto e apprezzato non soltanto in Italia, ma anche all’estero. Stiamo parlando di Luciano Ligabue, con oltre 30 anni di carriera e 60 premi ricevuti.

Curiosità

Soltanto nel 2005 ha raggiunto il record europeo di spettatori paganti per un concerto di un singolo artista a Campovolo, battendo anche il record di Vasco Rossi nel 2017. Ha duettato anche con Luciano Pavarotti, in una versione insolita di Certe notti. Nel 2009 ha fatto parte della giuria della 60° mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

Biografia

Il suo vero nome è Luciano Riccardo Ligabue, anche se in tanti lo chiamano semplicemente Liga. Nasce a Correggio il 13 marzo 2960 e nel 91 si è sposato con Donatella Messori dalla quale ha avuto un figlio chiamato Lorenzo Lenny, nato nel 1998. I due si sono separati e in seguito Ligabue ha sposato Barbara Pozzo nel 2013, dalla quale ha avuto una figlia di nome Linda.

Discografia e carriera

La carriera di Luciano Ligabue è piuttosto lunga, con oltre 30 anni di duro lavoro e grandi successi nel corso dei quali ha collezionato 12 album Studio, 5 dal vivo e due raccolte. Una volta diplomato in Liga svolse diverse mansioni distanti dal mondo della musica, finché poi non scrisse il suo primo brano nel 1978, intitolato “Cento lampioni”. Nel 1988 che Ligabue Fondò il gruppo Orazero incidendo il primo album dal titolo “Anime in plexiglass/Bar Mario”. Il vero successo però Arrivò nel 1990, quando Ligabue pubblicò il primo album dal quale viene estratto il singolo Balliamo sul mondo portato al Festivalbar e che gli concesse la vittoria del disco verde. Nel 1991 uscì il secondo album intitolato “Lambrusco coltelli rose & pop corn” e uno dei brani contenuti in questo, divenne un grande successo. Stiamo parlando del singolo “Urlando contro il cielo”.

Nel 1993 uscì poi il terzo album intitolato “Sopravvissuti e sopravviventi”, che però rispetto ai precedenti non riscosse lo stesso successo e l’unico singolo estratto fu “Ho messo via”. Arriviamo all’anno seguente 1994 quando Ligabue pubblicò il quarto album divenuto davvero un grande successo e intitolato “A che ora è la fine del mondo?”. Poi nel ’95 pubblica il quinto album dal titolo “Buon compleanno Elvis”, contenente uno dei più grandi successi di Ligabue cantato anche dai più piccoli ovvero “Certe notti” ma anche “Hai un momento, Dio?” e “Leggero”. Nel 97 pubblicò invece il primo album dal vivo intitolato “Su e giù da un palco”. Ligabue però non è soltanto un cantautore e musicista, ma è anche regista ed esordì in queste vesti nel 1998 con il film “Radiofreccia” che vinse tre David di Donatello due nastri d’argento e 4 Ciak d’oro. Nel 1999 pubblicò “Il mio nome è mai più” con il trio LigaJovaPelù (Ligabue, Jovanotti e Piero Pelù), rilanciando anche il sesto album intitolato “Miss Mondo”.

Nel 2000 pubblicò il settimo album intitolato “Fuori come va?”, e nel 2003 fu la volta dell’album “Giro d’Italia”. L’ottavo album “Nome e cognome”, uscì nel 2005. Nel 2007 uscì poi la prima raccolta di successi intitolata “Best of: Primo tempo” mentre nel 2010 fu la volta del nono album intitolato “Arrivederci, mostro!“. Poi si arrivò al 2013 con “Mondovisione”, nel 2016 l’11esimo album “Made in Italy” ed infine quest’anno ha pubblicato il brano “Luci d’America”, che anticipa l’uscita del dodicesimo album dal titolo “Start”, la cui uscita è prevista per marzo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.