Press "Enter" to skip to content

Mara Venier torna al lavoro con Domenica In ed un altro programma

Un ultimo sguardo alle foto delle vacanze, dove si sono passate tante giornate felici e spensierate. Un pizzico di malinconia, mista alla dolcezza dei bei ricordi, e poi si riparte, per un annata impegnativa, ma ricca di soddisfazioni.

Questi sono i sentimenti di Mara Venier in questi giorni, ancora sospesi tra un’estate di relax passata per lo più della casa di Santo Domingo del marito Nicola Carraro, ma segnata anche da momenti particolarmente felici, come il matrimonio del figlio Paolo Capponi, avvenuto il 27 luglio in Campidoglio, e un autunno che si profila di fuoco: il 15 settembre riparte Domenica In, al cui timone la Venier è stata confermata, anzi confermatissima, visti i buonissimi risultati di ascolti della precedente edizione, con cui ha combattuto da pari a pari con Domenica live di Barbara d’Urso.

Non basta: la “zia”, al ritorno Dice: «Non temo i tanti nuovi impegni: spero soltanto che il fisico mi regga» in Italia, dovrà anche preparare il suo nuovo programma serale, La porta dei sogni, il cui inizio è prevista, al momento, il 20 dicembre. E, se non bastasse ancora, Mara si esibirà anche su Radiodue in quattro trasmissioni speciali, in programma da ottobre a dicembre, dal titolo Chiamate Mara 3131. E se funzioneranno, come è difficile dubitare, verranno replicate anche nel nuovo anno. «Non ho paura di strafare», ha detto Mara a un settimanale. «Piuttosto,

l’importante è che mi regga il fisico per affrontare tutto questo»

Insomma è una Mara Venier gratificata dal punto di vista professionale, e felice dal punto di vista personale, quella che si affaccia all’autunno 2019. Del lavoro abbiamo già parlato, quanto agli affetti basta vedere le foto che pubblichiamo in queste pagine, tratte dal profilo Instagram di Mara e del merito. Una coppia felice, baciata dal sole e dal mare, molto più giovanile di quanto non lascerebbe pensare la loro età. Addirittura Carraro appare incantato dalla sua dolce metà, al punto che, a commento di una foto di Mara, ha scritto sui social: «Ma vogliamo parlare della bellezza di mia moglie?». Una dichiarazione d’amore quasi adolescenziale, che testimonia l’unione della coppia.

Ma anche sul versante figli Mara sta attraversando un ottimo momento, dopo aver ricucito diverse incomprensioni. Si è già detto della sua gioia alle nozze del figlio Paolo, con cui in passato aveva avuto alcuni attriti. E anche con Elisabetta Ferracini, la figlia che Mara ebbe a 17 anni, i rapporti sono eccellenti. Merito dei nipotini, che sono la gioia di Mara, e di cui lei non perde occasione di parlare. Anteponendoli a tutti i discorsi sulla Tv e le varie trasmissioni. «Come madre ho fatto tanti errori, forse ho pensato troppo alla carriera. Come nonna no, sono bravissima».

Ed è proprio su questi temi privati che si sono incentrate le poche interviste che Mara ha concesso quest’estate al suo ruolo di nonna «Sì, sono stata una mamma ingombrante e lo sono ancora» , ha detto a un settimanale. «Elisabetta avrebbe voluto una mamma grassa, bruttina, una casalinga con un unico marito. Io invece sono una mamma che ha vissuto la propria vita in grande libertà, che ha amato ed è stata molto amata… Ero giovane bella, famosa, per cui i figli s’ingelosiscono un po’ della mamma».

Con i nipoti il discorso invece è tutto diverso. Mara, ricordiamo, ne ha due: Giulio Longari, 17 anni, figlio della Ferracini, e Claudio, che di anni ne ha 2, figlio invece di Paolo. «Non ho paura di dire che i miei nipoti sono la mia ragione di vita», ha detto Mara al Corriere della sera. E anche la parola nonna mi piace proprio, non mi ha mai spaventata. Sono diventata mamma a 17 anni, è stata una gioia grandissima, ma non ero matura. Quando sono diventata nonna ne avevo 50 e poi 66: e la gioia è diventata assoluta».

Naturalmente, vista la diversa età dei nipotini, il rapporto con loro è molto diverso. Il primo, più grande, la tiene un po’ a distanza, come è naturale per un adolescente, ma il rapporto resta forte: «Non vuole che sappia troppo che sono sua nonna. Però andiamo insieme ai concerti, io lo trovo un figo pazzesco, sono fiero di come è diventato». Con Claudio invece è amore puro. Lasciamo parlare ancora Mara, citando quello che lei ha detto al Corriere: «E arrivato in un momento particolare. Avevo perso mia mamma, che dava un senso alla mia vita. Non sorridevo più…. Poi è arrivato questo bimbo e mi ha ridato la felicità». Tanta è la passione per questo bimbo che Mara confessa certe volte di andare alFasilo per osservarlo di nascosto, e di non vedere l’ora che i genitori si assentino per tenerlo tutto per sé. E il fatto che di non avere una nipote femmina non la cruccia: «Posso essere sincera? Io vorrei solo maschi: ho proprio un debole»

La pace interiore e la gioia di vivere che suggeriscono queste parole sono forse il segreto del successo della “zia”, e il motivo per cui la Rai ha deciso di affidarsi sempre più a lei. Perché la gente cerca serenità, e Mara Venier questa serenità l’ha conquistata, forse con fatica, e sembra quasi diffonderla nell’aria con la sua presenza. E ora che riparte la stagione del lavoro, cercherà di tenersela stretta.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *