Maurizio Costanzo e il bellissimo ricordo dei genitori

L’attenzione mediatica torna a concentrarsi su Maurizio Costanzo. Il giornalista e conduttore televisivo ha parlato dei genitori di Maria De Filippi rilasciando un tenero ricordo riguardante la loro scomparso.

Maurizio Costanzo e Maria De Filippi

In queste settimane abbiamo avuto modo di raccontare l’evoluzione del rapporto tra Maurizio Costanzo e Maria De Filippi. I due si sono conosciuti quando il giornalista e conduttore era ancora sposato ma gli è bastato davvero molto poco per capire che sarebbe stata lei la donna della sua vita. Lo stesso Maurizio Costanzo non avrebbe mai immaginato di vivere un amore così intenso che sarebbe arrivato al bellissimo traguardo delle nozze d’argento, come dichiarato dallo stesso al settimanale Chi: “Non l’avrei mai pensato. Nella mia vita ho immaginato di tutto, persino di dimagrire: ma arrivare a 25 anni di matrimonio, no. Io mi sono sposato quattro volte. Ci ho messo del tempo e tanta pazienza, ma alla quarta volta quella giusta la azzecchi“. In occasione di una nuova intervista ecco che arriva anche un tenero ricordo.

Maurizio Costanzo e il tenero ricordo dei genitori

Recentemente Maurizio Costanzo è stato intervistato dal quotidiano Corriere della Sera dove ha voluto raccontare il modo in cui ha conosciuto Maria De Filippi. La conduttrice lavorava ancora in qualità di avvocato quando si sono incontrati a Venezia dove Costanzo si era recato per prendere parte alla Mostra del Cinema dove ha poi tenuto un dibattito sulle cassette: “Era venuta a prenderci all’aeroporto, faceva l’avvocato. Ci ritrovammo a pranzo con altri. Mi parve subito intelligente, infatti le diedi la possibilità di lavorare con me a Roma. Iniziò a fare questo lavoro. Poi cominciò la nostra storia“. Ma il tutto non finisce qui.

“Lo rassicurai”

Come abbiamo appena spiegato, Maurizio Costando era ancora sposato quando ha conosciuto Maria De Filippi decidendo che comunque sarebbe stata lei la donna con cui vivere tutta la vita. Dopo essersi conosciuti in un contesto simile, Maurizio Costanzo ha voluto incontrare i genitori dell’attuale moglie Maria De Filippi. A raccontarlo è stato lo stesso conduttore e giornalista che al Corriere della Sera ha dichiarato: “Purtroppo sono mancati ambedue. Il padre fu molto carino con me, mangiammo insieme“. Maurizio Costanzo ha spiegato anche come era sua premura rassicurare l’uomo su quelle che erano le intenzioni con la figlia, promessa che poi è stata mantenuta in toto. Non a caso Costanzo ha dichiarato: “In qualche modo lo rassicurai sul fatto che mi stavo separando, come è stato“.

Costanzo risponde alle domande dei lettori

Per tutti coloro che possiedono un cane, la vacanza ideale è quella che consente di portare con sé l’amico a quattro zampe. Fortunatamente sono sempre più numerose le spiagge, sia al Nord sia al Sud, che non solo ammettono la presenza dei cani, ma offrono una serie di servizi su misura per loro. Il problema, però, di trovare le cosiddette spiagge “pet friendly”, cioè amiche dei pelosi, rimane: la decisione di ammettere o meno animali negli stabilimenti balneari spetta, di volta in volta, alle Regioni, ai Comuni oppure alle Capitanerie di porto, che e- mettono regolamenti locali volti a disciplinare l’ingresso e la permanenza degli animali sulle spiagge per la salva-guardia delle norme igienico- sanitarie. Non esiste, infatti, una legislazione statale che detti regole valide per tutti, con la conseguenza che i proprietari dei cani, prima di andare in vacanza, devono informarsi in modo preciso sulla normativa vigente nella spiaggia nella quale andranno.
Non mancano, infatti, le località balneari “off limits” per gli animali, o meglio, spiagge in cui vige, per loro, il divieto assoluto di circolazione. È bene però precisare che non possono essere imposti divieti generalizzati, ma solo adeguatamente motivati, poiché, pur mettendo al primo
posto la tutela dell’interesse generale della collettività, non si può sacrificare mai quello del singolo cittadino, proprietario del cane, senza aver valutato e trovato una valida alternativa allò stesso divieto. Al di là delle direttive giuridiche, non si può negare che gran parte delle regole
dovrebbero attenere più al buon senso e all’educazione del proprietario dell’animale, perché anche laddove gli sia consentito di essere accompagnato in spiaggia dal suo cane, ha il dovere civico di rispettare la libertà dei vicini di ombrellone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *