Meghan Markle: “Sarò anche Duchessa, ma della mia vita decido io”

Da sempre Harry è stato considerato lo scavezzacollo della famiglia reale britannica: i suoi eccessi hanno riempito per anni le prime pagine dei tabloid, gettando una luce scandalosa su Buckingham Palace. Poi ha incontrato Fattrice Meghan Markle: galeotto fu un appuntamento al buio organizzato da un’amica in comune.

La scintilla è stata immediata e il principe ribelle della monarchia inglese ha messo la testa a posto. Che non significa affatto essersi piegato all’etichetta reale, aver abbracciato finalmente il protocollo e aver chinato la testa di fronte al volere imposto da nonna Elisabetta.

Tutt’altro! Tra le braccia dell’ex regina di Suits, il rosso d’Inghilterra ha trovato la certezza di avere accanto una donna tale e quale a lui, la sua versione femminile, ribelle e anticonformista quanto lui.

E la coppia del Sussex ha finalmente portato nella modernità più assoluta la famiglia reale. Da quando c’è Meghan tante cose sono cambiate. Si dice che il suo arrivo tra i Windsor abbia rivoluzionato tutto ed è vero. L’ultima rottura al protocollo reale riguarda il battesimo di Archie, il loro primogenito nato lo scorso sei maggio e battezzato lo scorso sei luglio. La celebrazione, a differenza di quanto accaduto con gli altri royal baby, non è stata filmata dalle telecamere e i duchi del Sussex, che hanno scelto di condividere tramite il loro ( profilo social gli scatti I più belli solo a cose fatte, hanno comunicato attraverso una nota ufficiale di voler mantenere il totale riserbo circa i nomi dei padrini del bambino, in quanto si tratta di privati cittadini.
La cosa, in realtà, ha suscitato parecchi malumori, non solo tra i sudditi, ma anche a corte, poiché la regina Elisabetta si sarebbe infuriata per la decisione presa dai nipoti. Secondo il Parochial Registers and Records Measure del 1978, tutti i battesimi della Chiesa anglicana d’Inghilterra sono, infatti,_una questione di pubblico dominio pertanto la regina, che per definizione è il capo della Chiesa Anglicana, avrebbe fatto di tutto per opporsi alla decisione dei duchi di Sussex.

Meghan, però, che stando alle voci di chi ha avuto a che fare con lei è parecchio testarda e dura di comprendonio, non avrebbe voluto sentire ragioni.
Del resto, non è la prima volta che la Markle si impone e ottiene ciò che vuole. Tanto per cominciare ha ottenuto il permesso di sposare Harry e quello da solo sarebbe bastato come elemento di rottura: ex attrice “multietnica” col padre caucasico e la madre afroamericana, divorziata e con qualche anno in più del jjnarito. Insomma, non proprio il partito ideale per le idee della regina.
Anticonformista fino al midollo, Meghan ha percorso da sola la navata, proprio a dimostrazione di essere una donna indipendente e determinata in tutte le sue scelte.
E poi c’è stato Tarrivo di Archie: la duchessa ha deciso che non avrebbe partorito nell’ala privata del St Mary’s Hospital di Paddington, preferendo una clinica vicino al Frogmore Cottage e così ha fatto. Ha detto “no” anche alle foto ufficiali subito dopo il parto, concedendosi ai fotografi solo nei tempi e nei modi decisi da lei: con il royal baby, tenuto in braccio, per la prima volta in casa Windsor, dal padre Harry. Che Meghan non amasse il protocollo era chiaro sin dalle prime battute.

Tanto per cominciare anche nelle uscite pubbliche ufficiali non ha mai lesinato tenerezze ed effusioni col marito: si sono tenuti per mano, si sono baciati, si sono abbracciati.
Gesti normali per qualunque coppia, è vero, ma non per quelle reali che sono tenute a osservare un certo bon ton e a rispettare una ligia etichetta che prevede, appunto, di non scambiarsi romanticherie in pubblico. Ma lei se ne infischia e bacia il marito quando le pare e piace.

E che dire della cartolina ufficiale fatta dai duchi di Sussex in occasione del Santo Natale? La coppia si è fatta fotografare di spalle e in bianco e nero: uno scatto romantico, moderno, al passo coi tempi, che però rompe un protocollo seguito ormai da anni e anni. Del resto una che indossa i jeans in pubblico anche quando l’evento è dichiaratamente formale, che mette senza problemi lo smalto nero, quando alle donne della famiglia è concessa solo una tonalità neutra e che non indossa i collant durante gli eventi, come previsto dalla legge(non scritta) rispettata da tutte le donne di I famiglia, figuriamoci se si faceva problemi a scegliere lo scatto che più le piaceva per mostrarsi al pubblico. Prima del matrimonio con Harry, Meghan tecnicamente era “solo” un’attrice, abituata a rilasciare autografi ai fan. Ma gli errori più gravi, almeno agli occhi della regina, sono ben altri. Il più eclatante? Ha firmato autografi, ha accettato regali dai fan e ha posato con loro per numerosi selfie. Del resto non dimentichiamo che in fondo Meghan, prima di diventare un membro importante della famiglia reale, era “solo” un’attrice acclamatissima in quel di Hollywood, quindi tecnicamente queste cose le veniva naturale farle.

Una reminiscenza della Vita passata, in fondo, può capitare a tutti, no? E c’è da dire che tutte le rotture al protocollo della Markle sono sempre state appoggiate, o comunque giustificate, dal regale marito.

Harry, si sa, è un uomo innamorato e sembra che quando la bella mogliettina sia arrivata a Palazzo il principe sia stato chiaro col suo staff: ciò che Meghan vuole, Meghan avrà! Sarà per questo che molti dei suoi più fidati collaboratori, subito dopo le nozze, hanno dato le dimissioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *