Pensioni ultime notizie, Quota 100 e Reddito di cittadinanza, polemiche e novità


Per accedere a quota 100, la misura che, in via sperimentale nel triennio 2019-2021 consentirà di lasciare il lavoro in anticipo, serviranno due requisiti, avere 62 anni e 38 anni di contributi. Risorse stanziate 21 miliardi di euro, dovrebbe interessare un milione di pensionati nei tre anni, prima finestra dal primo aprile per dipendenti privati ed autonomi con requisiti maturati entro dicembre 2018, per gli statali, dal primo agosto, chi avrà i requisiti nel 2019, andrà in pensione tre mesi dopo se, lavoratore privato, e sei mesi dopo, se lavoratore pubblico, chi ti raggiungerà nel 2021 potrà uscire anche nel 2022.

Per gli statali che andranno in pensione scatta il tfs anticipato fino ad un massimo di €30000 con il meccanismo del prestito bancario, ed interessi pagati per il 95% dallo Stato. La pensione quota 100 non è cumulabile con redditi da lavoro dipendente o autonomo, tranne quelli derivanti da attività autonomo occasionale nei limiti di €5000 annui. Gli under 45 o potranno riscattare la laurea pagando una somma fissa di €5241 per ogni anno di studio, il decreto inoltre, proroga di un anno l’ape sociale ed opzione donna che consente alle lavoratrici che, nel 2018 hanno compiuto 58 anni se dipendenti, 59 se autonome, di anticipare la pensione con soli 35 anni di contribuzione, con l’assegno pensionistico ricalcolato con il metodo contributivo.

Si parte a marzo, la domanda va presentata su un sito dedicato, se accolta, il sussidio arriverà ad aprile. Ha diritto al reddito di cittadinanza, chi, italiano o straniero e residente in Italia da almeno 10 anni. 5 milioni di potenziali beneficiari, i requisiti per la richiesta sono: un reddito Isee inferiore a €9360 esclusa la prima casa, il valore degli altri immobili non deve superare i €30000, conti correnti o da altre attività finanziarie come bot o azioni non dovranno andare oltre i €6000.

Il sussidio arriva fino a €780 al mese per un single che vive in affitto e fino a €1330 per una famiglia con un figlio maggiorenne e due minorenni, la durata di 18 rischia fino a 6 anni di carcere mesi rinnovabili per altri 18. Vediamo insieme come si chiede: alle , poste direttamente allo sportello o via internet oppure attraverso il CAF. Chi lo riceve dovrà firmare un patto per l’occupazione, inizierà un percorso di ricerca attiva del lavoro, ricevendo fino a un massimo di tre proposte, dopo tre rifiuti perde il sussidio. Previsti anche sgravi fiscali per imprese che assumono stabilmente un disoccupato che percepisce il reddito, Se invece quest’ultimo decidesse di aprire un’azienda autonoma, avrà fino a 16 mesi di sussidio, Ma chi dichiara il falso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.