Press "Enter" to skip to content

Raoul Bova su una Mercedes-Benz GT Coupé 4 AMG da 119 mila euro

Udivo per essere tale deve sapersi distinguere anche quando si reca in un anonimo take away di periferia. L’attore Raoul Bova aveva finito acqua e sigarette e allora ha fatto un salto in uno di quei locali di Roma dove vendono un po’ di tutto, dalla pizza ai tabacchi. Per intenderci è il classico posto dove nessuno fa caso a chi entra e a chi esce, e anche quel bell’uomo al bancone con gli occhiali sembrava proprio un cliente come tanti.

Ma è bastato vederlo salire sulla Mercedes- GT Coupé 4 53 4Matic+ EQ- Boost AMG fiammante che i passanti che l’hanno incrociato hanno realizzato chi fosse. «Ma è lui, Raoul Bova! L’attore!». Troppo tardi, quell’auto fa da 0 a cento in circa 3,4 secondi e Bova si era già volatilizzato come una nuvoletta di fumo della sua sigaretta. Raoul non ha solo il vizio (che speriamo si tolga) delle sigarette, ma è anche appassionato di macchine di lusso molto potenti. La super- car che ha acquistato è per veri intenditori, come si diceva una Mercedes-GT Coupé 4 53 4Ma- tic+ EQ-Boost AMG, “Perfetta per tutti i giorni, mai scontata”, si legge sul sito della Mercedes- Benz. Certo, se ti chiami Raoul Bova e hai centomila euro da spendere! Tanto costa questa bellissima belva che, sotto il cofano, cela 435 cavalli scatenati a briglia sciolta dal motore ibrido (una scelta ecologica quella di Bova).

Se si schiaccia a fondo il pedale si può volare fino a 285 km orari, se prima non ti ferma uno zelante agente di polizia che tante volte Bova ha interpretato sul piccolo schermo. Gli interni in pelle della macchina tedesca poi sono di un’eleganza unica e la plancia con lo schermo da 12,3’ (praticamente una tv) è interamente digitale, così, tanto per offrire tutti i comfort alla sua bellissima compagna Rock) Munoz Morales che gli ha dato due figlie: Luna e Alma. Infine il bagagliaio da 455 litri è capiente ed è “l’ideale” per chi, come lui, ha due bambine piccole. È così ampio che si possono stipare passeggini, cicciobelli, piscine gonfiabili e tutto l’occorrente per un bel pie nic. «Vai piano papà!».

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *