Uomini e donne ultimissime, è caos negli studi. Questa volta interviene la polizia

Ancora una scandalo colpisce Uomini e Donne e questa volta sembra che, a finire nell’occhio del ciclone siano stati la dama Claire ed il cavaliere Gian Battista, ovvero due protagonisti del trono over.

La coppia era stata registrata all’interno di un bar da uno spettatore, il quale inavvertitamente si è ritrovato a riprendere la coppia mentre fissava una strategia su come poter gestire la loro permanenza all’interno degli Studi di Uomini e Donne e su come prolungare la loro permanenza davanti alle telecamere, nonostante ormai la relazione fosse consolidata. La redazione sarebbe entrata in possesso di questo materiale scottante grazie a Gianni Sperti il quale ha ricevuto questo video da un anonimo. L’opinionista dopo la messa in onda del video avrebbe iniziato ad urlare contro i due, chiamandoli truffatori. “Siete dei truffatori, siete degli impostori”, sono state queste le parole utilizzate da Gianni.

La difesa di Claire

I due puntata però tentato di difendersi, anche se effettivamente non sono riusciti nel loro intento. Così Claire si è giustificata in altre sedi e lo ha fatto rilasciando un’intervista al settimanale Uomini e Donne Magazine. Nello specifico la donna avrebbe riferito di non esserci stata una strategia e che quella conversazione altro non era che l’epilogo di una litigata tra lei e e il cavaliere. “Lui non sapeva più come reagire e io gli stavo dando dei consigli su come comportarsi. Va benissimo fare del sensazionalismo ma bisogna anche aver rispetto e soprattutto non bisogna violare la privacy della persona. E’ comunque strano che mandino un video a Gianni Sperti. Non dico che ci sia un meccanismo dietro, dico che la casualità non me la bevo. Ho accettato di partecipare al programma, ma in questo caso si sono rasentate cose che non c’entrano con il programma”, avrebbe riferito la donna.

GianBattista chiama la polizia

Ad ogni modo però Giambattista non ci sta ed ha deciso di rivolgersi alla polizia ferroviaria per cercare di capire chi abbia potuto registrare quella conversazione nel bar della stazione di Roma. “Volevamo visionare i filmati per capire chi aveva fatto quel video, chi ci aveva registrati. Non è un video amatoriale, è un video professionale. La Polfer ci ha anche accolto e risposto che bisogna richiedere un permesso. Se Gianni Sperti mi dice chi gli ha mandato quel video evitiamo la ricerca con la Polizia. Abbiamo fatto una richiesta alla Polizia per le telecamere”.

E’ questo quanto ipotizzato dalla coppia, secondo la quale questo video sarebbe stato girato da qualcuno che poi avrebbe anche manomesso lo stesso, con un montaggio e non sarebbe stato realizzato amatorialmente. Ad ogni modo, nessuno pensa che effettivamente sia andata così ma che i due abbiano tentato in qualche modo di giustificarsi, dopo la brutta figura recapitata all’interno degli studi e davanti a tutto il pubblico italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *