Afrojack, chi è il marito di elettra Lamborghini: Altezza, Eta, Lavoro e matrimonio

Pubblicato il: 10 Ottobre 2020 alle 9:54

Chi è Afrojack?

  • Nome: Nick Van de Wall
  • Data di nascita: 9 Settembre 1987
  • Età: 32 Anni 
  • Altezza: 202 Cm
  • Peso: 100 Kg
  • Segno zodiacale: Vergine
  • Professione: Disk Jockey, Produttore discografico e Remixer 
  • Luogo di nascita: Spijkenisse (Olanda)
  • Tatuaggi: Nessuno
  • Profilo Instagram ufficiale: @afrojack

     

Una interminabile festa da “Mille e una notte” ha accompagnato il matrimonio da favola di Elettra Lamborghini e Afrojack, che si sono scambiati le fedi il 27 settembre a Villa Balbiano, sul lago di Como. Ad animare la lunga notte dei neosposi ci hanno pensato gli amici, con David Guetta e Giusy Ferreri, che hanno cantato e fatto ballare i presenti. A nessuno è sfuggita l’assenza della sorella della sposa, Ginevra. Non si conoscono le cause degli screzi tra le due sorelle, ma sembra che Ginevra abbia debuttato da poco come cantante e che Elettra non abbia gradito l’invasione in un campo in cui lei è già affermata. Ginevra comunque ha partecipato a modo suo, con un messaggio social ai due piccioncini: “Vi auguro il meglio. Avrei voluto esserci anche io” ha scritto, facendo schizzare la curiosità alle stelle.

Ha detto sì al suo deejay, la frizzante ereditiera-cantante famosa per i suoi balli sexy. Che però per la cerimonia ha scelto uno stile classico e sobrio: dalla location, la prestigiosa villa Balbiano sul lago di Corno, alla Lamborghini – l’auto di famiglia – con cui un emozionato papà l’ha accompagnata dal futuro genero, fino alla torta a più strati che ha tagliato con un bel sorriso.

Unica concessione alla sensualità, i tre abiti con scolli profondi e super spacchi. Nelle prossime pagine, ecco in esclusiva le foto più emozionanti: una cerimonia rosa che si è tinta di giallo per l’assenza della sorella maggiore Ginevra…

Ci saremmo aspettati il fuoco e anche le fiamme. E invece le nozze di Elettra Miura Lamborghini, uno dei personaggi più frizzanti del nostro mondo dello spettacolo, sono state insolitamente classiche e chic. Classica la scelta del luogo, la meravigliosa villa Balbiano sul lago di Como, classico l’abito dello sposo, il deejay olandese Nick van de Wall, in smoking scuro e un sobrio papillon.

Ma, in fondo, mai lasciarsi abbagliare dai twerk (i movimenti del bacino nella danza) irriverenti di Elettra. La sexy cantante 26enne nasconde un animo romantico che ha preso il sopravvento durante tutta l’organizzazione delle nozze, affidata al wedding planner dei divi, Enzo Miccio, che per “Diva e donna” cura la rubrica L’eleganza del Miccio. Con l’aria emozionata di chi sta per fare il grande passo, Elettra è arrivata sul lago di Como il giorno precedente alle nozze.

Ha scelto di alloggiare a Villa Leone, una delle dimore di queste parti dai prezzi stratosferici. Qui ha passato in rassegna i tre abiti che l’hanno accompagnata nei momenti clou del suo giorno più belloauno bianco a sirena, ricamato in pizzo, con scollo a cuore e maniche lunghe e svasate, di Zuhair Mariage, usato per il ricevimento e uno con corpino a cuore, senza spalline e con spacco mozzafiato indossato per il taglio della torta e con cui ha assistito anche ai fuochi di artificio che nella notte hanno illuminato il lago.

L’abito “da sogno”, però, è stato quello indossato sulla Lamborghini – l’auto di famiglia – con cui papà Tonino l’ha accompagnata a villa Balbiano e che ha sfoggiato durante la cerimonia: bianco e trasparente, con una profonda scollatura e un lungo velo. Al suo arrivo, gli occhi dei suoi 100 ospiti – a cui è stato richiesto il test anti Covid – le erano puntati addosso. Ma lei, imperturbabile, ha raggiunto il suo Afrojack e il sindaco Mauro Guerra che ha officiato la cerimonia.

E c’era anche il sacerdote,«suo consiglieri re spirituale. Dalla parte dello sposo, come testimone, il migliore amico di Afrojack. Dalla parte della sposa, le sorelle gemelle di Elettra, Lucrezia e Flaminia. Mancava Ginevra, maggiore di Elettra di qualche mese: sembra che ci siano stati screzi tra le due sorelle e questo è bastato per colorare di giallo una cerimonia rosa diventata bollente quando gli sposi si sono scambiati il primo bacio. Dopo la cena e la torta, il party a villa Tremezzo, questa volta sì, in stile Elettra: scatenato con David Guetta e Giusy Ferreri.

C’è stato un momento in cui ho deciso che volevo vederlo. Così mi sono fatta spazio con lo sguardo tra le mie damigelle per spiare e cercare il suo sguardo. Avevo voglia e bisogno di osservarlo prima del “sì”. Poi è stata un’emozione continua. Anzi, è stato il giorno più bello della mia vita, posso urlarlo, posso certificarlo nel mio cuore. Ho pianto prima, durante e dopo. Soprattutto quando ero in auto, ma quando Nick ha allargato il suo sorriso, ho capito che era arrivato il momento di gioire». Sabato 26 settembre, la showgirl e cantante Elettra Lamborghini ha sposato Nick Van de Wall, noto come Afrojack (uno tra i dj e producer più famosi del mondo), sul Lago di Como, a Villa.

Balbiano dopo tre anni d’amore. Poi il giorno dopo, il primo da Elettra Van de Wall, prima di partire per il Belgio per andare dalla famiglia del neomarito, l’ereditiera ha affidato  il racconto delle sue emozioni.

Domanda. “Chi” ha seguito le tappe di avvicinamento al matrimonio. Come da promessa ha pianto e poi sorriso. Oggi come sta? Risposta. «Due giorni prima delle nozze sono stata malissimo. Mi sentivo senza forze, stanca, e poi avevo una nausea incredibile. Svenivo di continuo. Non avevo fame.

L’abito era molto stretto, è vero, ma poi ho capito che era stress. Adesso sono felice e me la godo come non mai». D. E ci aveva confidato che la prima notte non sarebbe stato sesso and rock and roll, ma solo lacrime e tenerezza. Come è andata? R. «Senza lacrime. Ma la cosa più bella è che ci siamo addormentati “abbraciatissimi” come sempre. Continuiamo a ripeterci quanto siamo fortunati, quanto ci amiamo, quanto siamo “benedetti” da Dio. Lo so, sembriamo mielosi, ma è la verità. È come se l’amore si fosse triplicato».

D. Quale immagine resta, adesso, se chiude gli occhi? R. «Se chiudo gli occhi rivedo David Guetta (altro dj tra i più famosi del mondo, ndr) che ci dedica Titanium, successo al quale ha collaborato in produzione anche Nick, e poi Without you, in quel momento tutti erano spariti ai nostri occhi. C’eravamo solo io e Nick. Poi la felicità negli occhi di mio papà Tony. Mi ha fatto ridere invece mia nonna 92enne che ha attaccato un bottone pazzesco a Simona Ventura.. Povera! Ma Simona è stata una grande e l’ha fatta anche ballare».

D. C’è una promessa “speciale” che lei e suo marito vi siete fatti oltre a quella matrimoniale? R. «Posso dirle una cosa (si commuove, ndr) già mi manca tutto. Dentro me stessa mi sentivo già sposata con lui. Lo stress che ho vissuto nei mesi precedenti alle nozze si è cancellato in pochi secondi quando ci siamo ritrovati l’uno di fronte all’altra. Insieme ci siamo ripromessi che una gioia di vita, un inno alla vita così forte, va rivissuto, quindi tra quindici anni ci risposiamo: siete tutti invitati. Non scherzo! ».

D. Lei aveva detto che avrebbe oscurato i cellulari degli ospiti con un bollino per non far girare le immagini della cerimonia. Ma sul web sono apparsi spezzoni del suo matrimonio… Che cosa è successo? R. «Lo so, gli amici di Nick hanno mostrato alcune foto, ma non sono italiani e tantomeno conosciuti quindi ci siamo passati sopra. Poi è scappata anche a qualcuno dei miei amici nonostante avessi chiesto loro di non farlo e un pochino mi hanno deluso… Non potevo mica passare la giornata a dire: “Tu fermo, tu fermo”. Poi anche gli addetti ai lavori hanno postato sui social e la frittata ormai era bella che fatta. Dopo i primi scatti si è aperto un fiume che non si è fermato. Questo mi ha dato fastidio. Però so anche che i momenti più belli sono nel mio, nel nostro cuore e non sui social ».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *