Alberto Sordi oggi avrebbe compiuto 100 anni: l’Italia omaggia l’icona del cinema

Pubblicato il: 15 Giugno 2020 alle 1:04

Oggi 15 giugno uno dei più grandi attori della cinematografia italiana avrebbe compiuto ben 100 anni. Stiamo parlando di Alberto Sordi, uno degli artisti più amati di sempre che oggi a distanza di tanti anni rimane vivo nel cuore e nella mente di tutti noi. Ben 100 anni fa ed esattamente il 15 giugno 1920 nasceva Alberto Sordi. Al giorno d’oggi nonostante siano trascorsi molti anni dalla sua morte, avvenuta il 24 febbraio 2003, le sue frasi, la sua voce continua a risuonare ancora per le vie di Roma ma in generale in tutta la penisola. Romano doc, vissuto tra le vie di Trastevere, Alberto Sordi è stata un’icona del cinema italiano.

Alberto Sordi compie 100 anni

Se fosse vivo oggi, i romani vorrebbero festeggiare insieme a lui questo traguardo molto importante. “Auguri Albè”, vorrebbero urlargli oggi i romani, ma non solo, in generale tutti i fan, tutti gli amici e tutti coloro che hanno avuto modo di conoscerlo e di amarlo. Nonostante non sia più in vita però, in molti hanno voluto omaggialo, in modi diversi. C’è chi ha voluto semplicemente sui social riservargli un messaggio di auguri, c’è chi ha invece voluto riprendere alcune scene dei film più importanti che hanno contribuito a fare la storia del cinema e c’è ancora chi ha voluto condividere alcune sue citazioni più celeri.

L’icona della cinematografia italiana

Alberto, figlio di un maestro strumentista e di una maestra fin dalla sua infanzia Alberto ha dimostrato di essere un grande artista. La sua infanzia Alberto la trascorse a Valmontone, poi Nel 1936 tornò a Roma dove decise di studiare canto lirico per entrare nel coro della Cappella Sistina. Pare che Alberto avesse davvero una bella voce e che questa gli sia stata tanto utile anche nel mondo del lavoro. A Roma trovò dapprima lavoro come comparsa nel film colossale Scipione l’Africano, poi iniziò a prestare la sua voce a Oliver Hardy e insieme a Mauro Zambuto formarono i famosi Stanlio e Ollio.

A decretare il suo successo oltre al talento fu quell’accento trasteverino che colpì molto Vittorio De Sica, il quale gli diede la possibilità di recitare in “Mamma mia”. Federico Fellini lo scelse per il film d’esordio Lo sceicco bianco“, anche se non ebbe il successo sperato. Il vero successo arrivò negli anni ’60, quando divenne simbolo della commedia italiana. Non fu soltanto un attore, ma Sordi firmò anche ben 19 film come regista e tra questi ci sarebbero “Fumo di Londra” del 1966, “Polvere di stelle” del 1973, “Io e Caterina” del 1980, “In viaggio con papà” del 1982, “Il tassinaro” del 1983, “Tutti dentro” del 1984.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *