Alfonso Signorini, accuse pesanti contro di lui e il GFVip: si è andati davvero oltre ogni limite…

Alfonso Signorini ancora una volta è al timone del grande fratello Vip. Il programma ormai, in onda da anni, continua a dividere il pubblico a metà. Da un lato c’è chi ormai si è appassionato al programma, dall’altro invece chi lo critica. Non solo i telespettatori da casa, che considerano il reality poco educativo ma anche di cattivo gusto, ma anche tanti personaggi dello spettacolo. Di recente proprio il Codacos si è schierato contro Alfonso Signorini e il GFVip chiedendo la chiusura immediata del programma Questa volta a parlare è Riccardo Bocca, direttore del portale TPI. Vediamo insieme cosa ha dichiarato.

Riccardo Boccia contro il GFVip: lettera aperta a Signorini

Riccardo Boccia, forse facendosi portavoce di quei tanti italiani che non amano il Grande Fratello Vip ha scritto una lettera aperta ad Alfonso Signorini: “Carissimo Alfonso Signorini  le invio questa videolettera perché lei si trova nel ruolo scomodo di conduttore del reality”. Il programma di Canale 5 puntata dopo puntata, secondo il direttore sta superando il senso di decenza  necessario in questo periodo.

Riccardo si è detto d’accordo sul trash. E’ un genere televisivo che ha le sue regole e le sue croniche cadute di stile, che possono indignare oppure anche piacere a un certo tipo di pubblico. Ma qui il problema è un altro”, ha continuato ancora.

La stoccata ad Alfonso e al suo reality

Alfonso Signorini è stato attaccato pesantemente. Secondo Riccardo Boccia si è davvero superato il senso del cattivo gusto. In particolar modo fa riferimento a quanto Paolo Brosio ha citato con una leggerezza sconcertante il campo di sterminio di Auschwitz. Oppure alle bestemmie uscite dalla bocca di Stefano Bettarini e Denis Dosio, o alle volgarità di Mario Balotelli sulla concorrente Dayane Mello.

Oppure ancora alle parole violente indirizzate da Francesco Oppini a Flavia Vento, per le quali la sua stessa madre ,Alba Parietti, ha chiesto di squalificarlo. Atteggiamenti questi che non piacciono di certo al pubblico a casa sopratutto perchè davanti al teleschermo ci sono bambini.

E’ inutile, ha continuato ancora Bocca,”punire” i concorrenti che hanno sbagliato con un’espulsione e tanto meno una ramanzina in diretta.  Conta invece la sostanza, cioè il precipizio umano e professionale nel quale è scivolato il suo show costantemente e insistentemente, ha affermato… Inoltre, il direttore ha concluso il suo pensiero dicendo che tutti questi atteggiamenti non possono essere giustificati in nessun modo, nemmeno per fare spettacolo.  Forse ci si guadagnerebbe molto di più anche perchè si è andati davvero oltre ogni limite e sensibilità sociale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *