A tenere banco nel mondo del gossip in queste settimane troviamo il ritorno di Antonella Clerici in Rai, e il cambio di programma per Elisa Isoardi. In particolar modo, a rompere il silenzio e formulare il suo personale pensiero è stato Alessandro Cecchi Paone nella rubrica scritta per il settimanale Nuovo TV.

Antonella Clerici torna al posto di Elisa Isoardi

Nel corso di queste settimane abbiamo avuto modo di leggere diversi articoli circa il ritorno in Rai da parte di Antonella Clerici, al posto di Elisa Isoardi che ha dovuto dire addio al programma de La Prova del Cuoco.

Non tutti i fan di entrambe le conduttrici hanno preso bene la notizia circa la cancellazione del programma, insieme al ritorno del Clerici con un nuovo format tanto da alimentare il confronto tra i due modi differenti di tenere il palco. A rompere il silenzio adesso è stato Alessandro Cecchi Paone che Nuovo TV ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Confrontare due prime donne è sempre scorretto. Quindi preferisco non pronunciarmi sull’alternanza fra Antonella Clerici ed Elisa Isoardi”.

“Non è un passo avanti”

Antonella Clerici negli anni della carriera ha dimostrato di essere una conduttrice e autrice di programmi eclettica, sempre in gradi accogliere un nuovo linguaggio e perfetta in ogni contesto televisivo. Allo stesso modo, Elisa Isoardi è in grado di lasciare la sua firma nei programmi da lei condotti conquistando il pubblico con la sua bellezza e naturalezza.

Non a caso, visti i cambiamenti in casa Rai circa la pubblicazione dei palinsesti, ecco che Cecchi Paone continua scrivendo: “Secondo me il cambiamento che vedremo non è un passo avanti o indietro”.

Nuove idee e linguaggi?

Vedere Antonella Clerici alle prese con un nuovo programma, dunque, permetterà al pubblico di scoprire l’esito di un attento studio che la conduttrice ha fatto prima di realizzare la stesura del programma È sempre mezzogiorno, anche se si tratta di un progetto alla quale sta lavorando da tempo. Per quanto riguarda Elisa Isoardi, invece, avremo modo di vedere come avrà adattato alle sue corte il programma di Check Up che torna in onda dopo qualche anno-

Infatti, l’articolo pubblicato nella rivista di Nuovo TV, Alessandro Cecchi Paone conclude il tutto con questa attenta analisi: “Forse dovremmo imparare a non pensare soltanto in funzione di chi conduce i programmi, ma anche sull’originalità di nuove idee e di linguaggi”. Dunque, cosa avremo modo di vedere da qui a qualche settimana?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here