Coronavirus, possibile prorogare chiusura delle scuole

Continua l’emergenza coronavirus e per contrastare la diffusione del virus potrebbe essere ancora prorogata la chiusura delle scuole. È questa la previsione delle Presidente del Consiglio Superiore della sanità. Secondo queste indiscrezioni Così la scuola potrebbe non riaprire perché l’emergenza coronavirus non è ancora rientrata. Sarebbero state queste le parole diffuse dal oncoematologo Franco Locatelli, il quale si è pronunciato riguardo una possibile proroga della chiusura delle scuole che adesso è in programma Fino al prossimo 3 aprile. Lo stesso avrebbe detto nel corso di un’intervista che la chiusura degli istituti scolastici sin Dai primi giorni, è stata sicuramente una misura saggia e necessaria oltre che drastica ma che sicuramente ha evitato il peggiorare una situazione già abbastanza precaria.

Leggi Anche  Regina Elisabetta e Coronavirus, annullati tutti gli impegni ufficiali a Buckingham Palace

Chiusura scuola, potrebbe arrivare la proroga

“Nei giorni immediatamente precedenti la scadenza del 3 aprile valuteremo la situazione e siamo pronti a prorogare la sospensione didattica, se necessario”, avrebbe riferito Locatelli.È una misura adottata praticamente da tutti i Paesi ora travolti dal virus che ci sono venuti dietro”, ha aggiunto l’esperto, ricordando come altri paesi come la Francia e la Germania abbiano seguito l’Italia adeguandosi a queste misure. “La linea di crescita dell’epidemia in Francia e Spagna ricalca quella italiana, purtroppo. Applicano le nostre stesse strategie e questo la dice lunga sulla correttezza delle nostre scelte. Non tutti hanno avuto tempestività e rigore nell’agire”, ha aggiunto ancora l’esperto.

Leggi Anche  Poste italiane, due dipendenti morti per il Coronavirus. La denuncia "Troppi pericoli, chiudete gli uffici"

Per chi non lo sapesse Franco Locatelli oltre ad essere il Presidente del Consiglio Superiore di Sanità è anche uno degli oncoematologi più attrezzati dell’ospedale Bambin Gesù di Roma. Ad ogni modo Locatelli è anche uno degli esperti del comitato scientifico che sta attualmente consigliando il governo circa le misure da adottare per evitare la diffusione del coronavirus. Ma come reagiscono i bambini al coronavirus?

Coronavirus, i bambini sono immuni? Le parole di Franco Locatelli

Stando a quanto riferito dal professor Franco Locatelli, i bambini sarebbero più immuni al coronavirus rispetto agli adulti. Ad ogni modo però sarebbero proprio i più piccoli a diventare un veicolo principale del virus. Ad oggi pare che nessun decesso si sia registrato al di sotto dei 30 anni, ma è pur vero che la chiusura delle scuole ha evitato che i più piccoli potessero entrare a contatto con il virus e di conseguenza contagiare poi i genitori e i nonni. L’esperto avrebbe anche lanciato un consiglio ai genitori ovvero quello di fare attenzione a dei segnali, anche i più piccoli come una semplice tosse o raffreddore.

Leggi Anche  Coronavirus, tra le strade di Bergamo l'esercito porta via altre bare

Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *