Press "Enter" to skip to content

Flavio Insinna aveva voglia di scappare: scandalo a L’Eredità

Il successo di Flavio Insinna è stato determinato anche in questa nuova fase della sua carriera dalla parte del conduttore grazie al programma de L’Eredità. Nonostante il consenso del pubblico, Flavio Insinna sente la necessità di scappare? Ecco cos’è successo.

Flavio Insinna conduttore e attore

In questi anni abbiamo avuto modo di vedere Flavio Insinna nella doppia veste di conduttore e attore. La carriera dell’artista è cambiata nel momento in cui nella sua vita ha incontrato Terence Hill con cui ha condiviso il set di Don Matteo per diverse stagioni.

Il mondo dell’arte per Flavio Insinna non è stato solo un obiettivo da raggiungere ma anche l’unica dimensione dove questo si sentiva realmente realizzato anche in ambito lavorativo, motivo per cui la famiglia ha sempre appoggiato le sue scelte e motivo per il quale oggi Flavio Insinna è uno dei volti del mondo della televisione tra i più amati degli italiani anche grazie alla sua duplice veste di attore e conduttore. Ma non tutto è stato sempre facile per Flavio Insinna, ecco perché.

Flavio Insinna aveva voglia di scappare

Nell’arco degli anni sono state tantissime le prove al quale è stato sottoposto Flavio Insinna da un punto di vista lavorativo, anche se la maggiore difficoltà è arrivata nel momento in cui è venuto a mancare il caro amico Fabrizio Frizzi che, prima di chiunque altro aveva colto in lui le doti di conduttore introducendolo anche in questo ambito lavorativo.

Nel momento in cui la Rai ha proposto a Flavio Insinna la conduzione continuativa de L’Eredità la voglia dell’artista era quella di scappare, in quanto per lui era difficile sostituire un amico, piuttosto che un collega che non c’era più. Cosa ha fatto cambiare idea al conduttore?

“Mi hanno convinto così”

Flavio Insinna ha raccontato quel particolare periodo a Tv Sorrisi e Canzoni senza nascondere le sue paure e timori: “Io ero paralizzato da mille pensieri, mi è passato il mondo nella testa. Per primo, un senso di inadeguatezza… Ho parlato tanto con Carlo, con gli autori, con la produzione, con i direttori… Tutti mi hanno tranquillizzato, era un sì collettivo e condiviso, ma era una situazione complicatissima, anche perché io a Fabrizio ci penso ogni giorno…”. Successivamente, ha confessato che ad averlo convinto era stato comunque il sorriso di Fabrizio Frizzi negli occhi della donna con cui ha condiviso gli anni più belli sella sua vita, e che gli ha dato la gioia di diventare padre: “Il sorriso di Carlotta (Mantovan, la moglie di Fabrizio Frizzi, ndr). Per me ha fatto la differenza. Poi sai che non sarai perfetto, ma offrirai tutto te stesso a quel viaggio che stai per fare”.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *