Massimo Cannoletta
Intrattenimento

Flavio Insinna incredulo, se Massimo Cannoletta continua chiudiamo

Massimo Cannoletta e il campione indiscusso dell’Eredità. Pochi giorni fa, si è aggiudicato un montepremi da €50000. Massimo Cannoletta, è un motore di ricerca vivente, così è stato definito.

Flavio Insinna insieme agli autori del programma L’Eredità hanno ripescato il campione per ben due volte fatto fuori dalla ghigliottina, questo perché sta riscuotendo un record di ascolti che il programma non aveva da molto tempo.

Cannoletta venerdì sera si è confermato ancora una volta il campione dei record riuscendo a superare per l’ennesima volta la frase finale della Ghigliottina.

Attualmente sono 3 le settimane che passa da campione indiscusso. Lui ha 46 anni, ed è di Lecce, è arrivato nove volte alla sfida finale con la ghigliottina vincendo un totale di €130000.

Ma chi è Massimo Cannoletta? Conosciamolo meglio.

Massimo Cannoletta è stato definito dal conduttore del programma il Dino Zoff de L’Eredità. Ha 46 anni, vive a Lecce e si è laureato in Scienze Politiche. Sembra abbia un passato come direttore di crociera ed è divulgatore di arte e di storia. E’ attivo sui social, soprattutto su Twitter dove ha un profilo abbastanza ricco di post e contenuti di cultura, come opere d’arte dislocate da ogni parte del pianeta. Ad ognuna di questa opera d’arte, Massimo accompagna la sua presentazione personale.

Divulgatore con un passato da direttore di navi da crociera

Su Twitter, che è il social dove Massimo è più attivo, sembra che l’uomo parli di passato, di musica, di storia e di viaggi, ma anche di tante curiosità che si trovano in giro per il pianeta. Il campione dei record de L’Eredità ama tanto viaggiare e sembra che abbia addirittura fatto il giro del mondo per ben 2 volte. Massimo parla ben cinque lingue, ovvero l’italiano, l’inglese, lo spagnolo, il francese e il tedesco. I suoi temi preferiti sono la Moschea di Abu Dhabi al Circolo Polare Artico, dal Salvator Mundi di Leonardo da Vinci alle opere di Caravaggio e Bernini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *