Lady Diana è stata assassinata? Inediti e nuovi documenti shock

Pubblicato il: 11 Giugno 2020 alle 12:59

Si continua a parlare di Lady Diana e sostanzialmente in questo ultimo periodo sono emerse delle nuove rivelazioni piuttosto sconcertanti riguardanti la sua morte. Sarebbero emersi più che altro dei documenti che andrebbero a smentire l’ipotesi dell’incidente, avvenuto il 31 agosto del 1997 nel tunnel dell’almà a Parigi. Nonostante siano trascorsi molti anni la morte di Lady Diana è tornata al centro dell’attenzione mediatica dopo le rivelazioni arrivate in questo ultimo periodo da parte del gruppo di hacker più famoso del mondo ovvero Anonymous, secondo cui ci sarebbero dei documenti che andrebbero a smentire la versione ufficiale riguardante la morte della principessa. In tutti questi anni, in tutti i modi si è cercato di poter far luce sulla morte della principessa e del suo fidanzato il miliardario egiziano Dodi Al Fayed.

La morte della Principessa Diana, omicidio?

Tante sono state le ipotesi che hanno evidenziato una sorta di complotto che vedrebbe in primo piano la Royal Family come responsabile di questa tragica morte di Diana. Sembrerebbe che quest’ultima sia stata uccisa perché incinta di Dodi Al Fayed. La casa reale non avrebbe visto di buon occhio questa storia tra la Principessa e l’egiziano e ancor di più il fatto che il futuro re d’Inghilterra ovvero William ed il fratello Harry avessero un fratellastro musulmano. L’ipotesi quindi è che la Royal Family per poter evitare questo scandalo, abbia ordinato l‘uccisione della principessa inscenando quindi un incidente.

Questa ipotesi nonostante sia la più gettonata, ovviamente non è stata mai accreditata ed effettivamente sulla base delle analisi che sono state effettuate sul corpo della principessa, Diana non sarebbe stata incinta al momento della morte. A tirare adesso fuori un possibile retroscena riguardante la morte della principessa Diana è stato proprio il gruppo di hacker anonymous secondo cui gli ci sarebbero delle registrazioni che andrebbero a compromettere proprio la Royal Family. Questi documenti andrebbero però ad evidenziare come ci sia stata una copertura per poter occultare l’assassinio della principessa Diana.

L’ipotesi del sito hacker Anonymous

Ma se effettivamente quest’ultima non era incinta, perché la Royal Family avrebbe dovuto ordinare il suo assassinio? Secondo quanto riferito dalla fonte, la principessa avrebbe registrato alcuni audio nei quali avrebbe raccontato di una presunta violenza sessuale avvenuta all’interno di Buckingham Palace e subita da una dipendente. Il colpevole di questa aggressione sarebbe stato un individuo tra l’altro molto vicino al Principe Carlo. Questi documenti sostanzialmente sono molto importanti e potrebbero riaprire nuovi scenari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *