Press "Enter" to skip to content

Leonardo Greco, la testimonianza sul Coronavirus: “Sarebbe stato troppo tardi”

Una delle bandiere simbolo di quello che sta succedendo in Italia a causa del Coronavirus, senza ombra di dubbio, è rappresentato da Leonardo Greco ex di Uomini e Donne che sta continuando le cure in casa dato che i medici hanno ritenuto le sue condizioni di salute in costante miglioramento. A distanza di qualche giorno, ecco che l’uomo decide di condividere con i fan quello che è stato e che è il momento più brutto della sua vita.

Leonardo Greco ex di Uomini e Donne

Nel corso dei giorni scorsi Leonardo Greco è stato uno dei maggiori protagonisti del mondo del gossip per via di quello che è il suo percorso personale contro il Coronavirus. L’ex tronista di Uomini e Donne, senza alcuna paura, ha deciso si raccontare quello che gli sta succedendo e di come ha rischiato davvero di morire.

Leonardo Grego, dunque, non ha nascosto il fatto di essere rimasto per ben 13 giorni in ospedale con una broncopolmonite che aveva riportava sul suo corpo gli stessi effetti del Coronavirus, ma sarebbe bastato qualche giorno in più e per lui tutto adesso sarebbe diverso: “Stavo dormendo e sono andato in apnea. Appena mi addormentavo, avevo la sensazione che i polmoni mi scoppiassero… se fossi rimasto a casa 48 ore in più, non so come sarebbe finita o probabilmente sarei finito in terapia intensiva”.

Leonardo Greco: la testimonianza sul Coronavirus

Leonardo Greco, dunque, sta cercando di usare in modo positivo la sua notorietà sui social al fine di parlare ai più giovani e far capire loro quanto sia importante rimanere a casa in un momento storico in cui è stato chiesto l’intervento di tutti.

Torneremo ad abbracciarci, ma la testimonianza di Leonardo Greco, oggi più che mai, fornisce uno spaccato di quella realtà che temiamo che forse non abbiamo capito bene che per sconfiggerla serve l’unione e la forza di tutti.

“Non è un gioco”

A fare rumore nel web troviamo il messaggio scritto da Leonardo Greco nel momento in cui si trovava ricoverato in attesa di scoprire quale dovesse essere il suo percorso ospedaliero a causa del Coronavirus.

Nel messaggio scritto su Instagram si può leggere: “Vi scrivo per farvi capire che non è un gioco non è uno scherzo non si ammalano solo ‘i vecchi’… pensate a voi pensate a vostri cari … l’unico modo per aiutarci è stare a casa. Fatelo per favore. Spero che la mia testimonianza possa servire”.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *