Marco Carta porta sfiga come Mia Martini, lo sfogo sul web: “Dovresti vergognarti”

Il lockdown imposto per fermare la riduzione del contagio da Codiv-19 ha fatto in modo che molti artisti cercassero un nuovo contatto con i fan anche attraverso i social, avviando una serie di dirette che permettano a loro di interagire con chi manda i messaggi o interviene durante la realizzazione del video sul social. Ma cosa è successo a Marco Carta al quale è stato detto di portare sfiga come Mia Martini?

Marco Carta la vita in quarantena

Come abbiamo avuto modo di raccontare anche in occasione di articoli passati, a tenere banco nel mondo delle news troviamo gli aggiornamenti circa il contagio del Codiv-19 e non solo. In questi giorni anche il lavoro di molte persone del mondo dello spettacolo è stato stravolto, i quali stanno cercando il modo di portare avanti il loro business imitando più gli influencer ed uscendo dai loro consueti canoni.

Allo stesso modo sta facendo anche Marco Carta che si trova in quarantena come il resto della nazione, il quale sempre più spesso si mette in gioco con challenge ma anche dirette sul web.

Marco Carta porta sfiga?

Nel corso degli anni passati abbiamo avuto modo di leggere tante notizie che hanno raccontato il calvario che è stato fatto passare a Mia Martini, alla quale è stato fatto credere di portare sfiga. Un pettegolezzo che si è diffuso a macchia d’olio e che per anni le ha rovinato una carriera che doveva essere molto più splendente di quello che poi è stato.

La stessa cosa, adesso starebbe rischiando di vivere Marco Carta? Ecco che il cantante si trova a leggere un commento scritto durante una diretta IG da un utente del web: “Non puoi andare a Sanremo. Sei come Mia Martini, porti sfiga”.

“Dovresti vergognarti”

Marco Carta, deluso da quello che è stato l’attacco che gli è stato riservato sul web, ha poi perso la pazienza scagliandosi contro la persona in questione e irrompe durante la diretta affermando: “Hai pure il coraggio di mettere come foto profilo un bambino. Dovresti semplicemente vergognarti di non portare rispetto per l’arte, per la grandissima artista che era Mia Marini”.

Marco Carta, inoltre, conclude il suo lungo sfogo con la seguente affermazione: “Secondo, perché credi ancora in queste cose, provo pena per te. Raccogli i tuoi cocci nella vita e fatti un mea culpa perché se non lo farai, finirai proprio in tragedia. Mi dispiace dirtelo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *