Mascherina chirurgica fai da te, come realizzarla in pochi minuti

Da alcuni giorni il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha varato delle nuove disposizioni per poter contrattare il contagio da Coronavirus e ha ribadito ancora una volta come l’arma principale per evitare la diffusione del virus sia rimanere all’interno delle proprie abitazioni. Sappiamo bene che ci sono delle circostanze che però ci obbligano in qualche modo ad uscire da casa come ad esempio andare a lavorare per chi ancora è in attività oppure andare a fare la spesa o acquistare dei farmaci. Per tutte queste motivazioni l’ideale sarebbe quello di uscire con la mascherina che in questo ultimo periodo è sempre più introvabile. Sul web sono presenti diversi video tutorial che ci spiegano come realizzare a casa una Mascherina al costo inferiore di 10 centesimi di euro e che può rivelarsi davvero utile per evitare di contagiare gli altri e ci offre nel contempo una protezione quando siamo costretti ad uscire da casa.

Ma che cosa ci occorre per poter realizzare a casa una mascherina chirurgica antivirus fai da te?

In genere si tratta di una mascherina in cotone che può essere quindi riutilizzabile e si può tranquillamente lavare. Questo tipo di mascherina ci protegge da virus e da batteri e si può realizzare soltanto in pochi minuti unificando pochi oggetti. Innanzitutto però è opportuno munirsi di un paio di forbici, un metro da sarta, due pezzi di stoffa in cotone dalla grandezza di 20 x 19 cm, una macchina da cucire, ago e filo, squadre, elastici ed una cartamodello da cui poter intagliare le mascherine sui tessuti.

I pezzi di stoffa devono essere necessariamente due per far si che la mascherina possa avere un elevato potere di protezione dai batteri e dai virus. Per poter realizzare la mascherina fai date bisogna innanzitutto prendere il primo pezzo di stoffa e inserire ai lati gli elastici proprio nel lato di 19 cm, a 1,5 cm di distanza dalle estremità. A questo punto bisogna prendere l’altro pezzo di stoffa e sovrapporlo al primo, utilizzando quindi la macchina da cucire per fissare bene gli elastici e le due superfici.

Si potrà procedere con un’altra cucitura a mano nel caso in cui non si abbia a disposizione una macchina da cucire. E’ consigliato ripassare più volte sulla parte degli elastici per evitare che questi si possono staccare. Una volta effettuata questa operazione si potrà risvoltare la mascherina e tagliare così il tessuto in eccesso, proprio nei quattro angoli. Infine bisogna prendere le misure lateralmente, utilizzando gli spilli per creare le pieghe all’interno dell’oggetto che serviranno per agevolare il contenimento della bocca e del naso. Questi pieghe dovranno essere comunque cucite a loro volta con la macchina da cucire oppure a mano. A questo punto la mascherina sarà pronta per essere utilizzata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *