Non tutti sanno che Massimo Giletti e Antonella Clerici, oltre a condividere la stessa professione, hanno condiviso anche altro. I due sono stati insieme e si sono anche tanto amati, anche se effettivamente sembra che la loro storia sia durata poco. Ad ogni modo, i due ne conservano ancora un ricordo molto tenero di quel periodo. Erano gli anni Novanta quando la Clerici e Massimo Giletti stavano iniziando a muovere i loro primi passi nel mondo della televisione e del giornalismo e pare che il loro fu quasi un colpo di fulmine. I due si innamorarono perdutamente l’uno dell’altro. La loro storia però sembra che non è stata al centro del gossip, tuttavia entrambi ne parlano ancora oggi con il sorriso. In particolare sembra che il conduttore di Non è l’Arena abbia in questi anni fatto anche qualche battutina qua e la, ma senza alcuna malizia e solo con un velo di grande affetto. Ma come sono andate le cose tra di loro? Perchè la loro storia è naufragata?

Massimo Giletti e Antonella Clerici, la loro storia

Sembra che a raccontare quanto accaduto tra il conduttore de Non è l’Arena e Antonella Clerici, sia stato proprio lui Massimo Giletti, svelando anche i motivi per i quali purtroppo la loro storia poi terminò. Nel corso di una intervista, rilasciata a Maurizio Costanzo, sembra che il conduttore abbia voluto parlare di questa storia, utilizzando delle belle parole e mettendo a nudo tutte le sue emozioni.

«Antonella è stata una donna che mi ha regalato molte emozioni. Erano anni in cui ero più calmo», ha raccontato ancora il conduttore. «La nostra storia è cresciuta poco a poco, e ci ha coinvolto tantissimo. Se torno indietro a quel periodo non riesco a non pensare a momenti belli, e oggi posso dire che Antonella è senz’altro una delle donne che più ho amato», ha aggiunto poi il conduttore. Tra Massimo Giletti e Antonella Clerici sembra che la storia sia durata davvero poco.

Perchè i due conduttori si sono lasciati?

A spiegare le motivazioni della loro rottura è stato proprio Massimo Giletti, nel corso di una intervista. «Dopo un anno, come ogni donna, Antonella che non era più una ragazzina desiderava una famiglia, un figlio, e io cominciai a stare male. Dentro di me la amavo, ma capivo che non mi sentivo pronto per vivere ciò che voleva lei e non avevo il diritto di renderla infelice, così cominciai ad allontanarmi. Lei ha rispettato la mia scelta e ha smesso di cercarmi», ha raccontato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here