Massimo Giletti, grave lutto per il conduttore televisivo

Pubblicato il: 5 Gennaio 2020 alle 3:07

Gravissimo lutto per il conduttore del programma Non è l’Arena. Stiamo parlando di Massimo Giletti, il conduttore che in queste ore sta vivendo dei momenti di grande dolore per la perdita improvvisa del padre. Ebbene si, il conduttore dopo aver trascorso le festività natalizie in serenità, in queste ultime ore sta vivendo un dramma familiare. E’ venuto a mancare proprio il padre di Massimo, ovvero Emilio Giletti, morto all’età di 90 anni dopo le ultime ore trascorse ricoverato presso l’ospedale di Novara.

Lutto per Massimo Giletti, muore il padre Emilio all’età di 90 anni

Stando a quanto riferito, sembra che il padre fosse proprietario della Giletti Spa, ovvero una delle principali aziende di filati al mondo, fondata nel lontano 1884. In tutti questi anni l’azienda si è tanto ingrandita, tanto da raggiungere ben 36 mila metri quadrati di superficie e arrivando a fornire in ogni parte del mondo. Emilio è stato il cuore pulsante di questa azienda ed è stato sempre un grande lavoratore. Tanti i messaggi di cordoglio arrivati al conduttore in queste ore da parte di tanti amici e colleghi. Parlando del padre in un’occasione Giletti pare avesse detto:«Mio padre mi ha insegnato la semplicità. Da lui ho imparato a tenere duro nei momenti difficili della vita e ad avere le spalle larghe. Ho fatto anche il lavoratore stagionale. D’inverno in Rai e d’estate in azienda da papà con la tuta da operaio». Non sono state diffuse notizie circa i funerali dell’anziano imprenditore, ma si presume che la camera ardente sia stata già aperta nelle scorse ore all’interno dell’azienda che si trova nella frazione Ponzone di Trivero. Ad oggi nessun commento è arrivato dal conduttore de Non è l’Arena, che era davvero molto legato al suo papà, così come alla sua mamma, la signora Giuliana anche lei novantenne.

Emilio Giletti, chi era il papà di Massimo

Emilio Giletti era nato nel 1929 a Trivero e la sua morte, avvenuta nelle scorse ore, ha lasciato un grande vuoto nella sua famiglia. Da sempre un grande lavoratore, imprenditore, Emilio è stato legato al suo territorio ed ha contribuito alla realizzazione del palazzetto dello Sport di Ponzone che è stato inaugurato soltanto 3 anni fa ed intitolato proprio Pala Giletti. E’ stato anche un grande appassionato di automobilismo. Da giovane ha partecipato a ben 25 gare, registrate tutte tra il 1951 ed il 1955 salendo a bordo di auto come Ferrari e Maserati. Nel 1953, pare che abbia vinto il premio Mille Miglia con la Officine Alfieri Maserati. La sua passione pare che sia rimasta sempre la stessa in tutti questi anni, facendo tante sponsorizzazioni e partecipando a manifestazioni automobilistiche di vario genere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *