Milan – Genoa Streaming Gratis Come vedere Link Diretta Live TV

Milan – Genoa , dove e come vedere la partita

La gara così tanto attesa sarà trasmesso in diretta TV da Sky e sarà visibile sui canali Sky Sport 1 al numero 201 del satellite e numero 472 e 483 del digitale terrestre. La partita si potrà anche guardare su sky sport Serie A numero 202 e 249 del satellite e numero 473 e 483 del digitale terrestre. Il match potrà essere seguito anche sul canale Sky Sport al numero 251 del satellite.

Ma non finisce qui perché gli abbonati potranno anche guardare il derby d’Italia Juventus Inter in diretta streaming attraverso SkyGo e potranno farlo sia sul proprio notebook che personal computer, collegandosi direttamente al sito ufficiale della piattaforma ma anche sui dispositivi mobili come smartphone e tablet. Ci sarebbe anche l’opzione Now TV che per chi non lo sapesse è il servizio di streaming live e on demand di Sky che ovviamente permette di guardare tutta la programmazione sportiva della TV satellitare una volta acquistato uno dei pacchetti.

La vigilia di Milan-Genoa non è stata uguale alle altre. In primis perché è cambiata la location, visto che l’ultimo allenamento della settimana si è svolto sul prato di San Siro e non a Milanello. Una scelta ben precisa da parte di Stefano Pioli che la spiega così: «E’ stata fatta per aiutarci a capire che tipo di atmosfera troveremo. È una situazione alla quale non siamo abituati, ma non deve essere una scusa.

Siamo dentro un’emergenza sanitaria e dobbiamo cercare di far bene per i nostri tifosi che non ci saranno ma che ci seguiranno davanti alla televisione. Dobbiamo avere grande mentalità e concentrazione e regalargli un po’ di felicità. Sentiamo il loro sostengo, anche se avremmo voluto giocare con loro sugli spalti»-. Il Milan, nel giro di due settimane, ha dovuto fare i conti con un doppio cambio d’avversario. Originariamente era il Genoa, poi la Juventus per la Coppa Italia e poi nuovamente il Genoa. Una fase che non ha aiutato lo staff tecnico nella progettazione del lavoro, ma Pioli è soddisfatto di come l’ambiente si sia adattato ai cambiamenti: «Abbiamo sviluppato bene la settimana. Sappiamo quanto è importante tornare a giocare e a vincere. Dobbiamo recuperare posizioni in fretta e dobbiamo farlo bene, a partire dalla gara con il Genoa».

Uno degli aspetti principali che si è visto è sta to il click mentale positivo che l’arrivo di Ibrahimovic ha avuto sulla squadra. Di questo aspetto ne ha parlato apertamente Pioli, allargando il concetto ad una sfera più ampia: «Allenare Zlatan è qualcosa di motivante. Ha una fame incredibile, vuole sempre eccellere e la sua mentalità è quella che deve avere il Milan. Per fare qualcosa di importante, dobbiamo avere quello spirito, quella voglia di fare le cose per bene anche nei minimi dettagli e la squadra lo sta avendo». A dar manforte allo svedese nella costruzione di questa mentalità ci hanno pensato anche Simon Kjaer e Asmir Begovic (oggi entrambi titolari), arrivati con Ibra a gennaio: «Il mercato ha migliorato la squadra, non solo dal punto di vista tecnico. C’è grande cultura del lavoro a Milanello e oltre a Zlatan, anche Kjaer e Begovic hanno aiutato la squadra a crescere».

MOMENTO CRUCIALE Se non ci saranno altri scossoni al campionato legati all’emergenza sanitaria da Coronavirus, il Milan riprende la fase decisiva della stagione per la corsa all’Europa e su questo Pioli ha ben chiare le cose: «A Milanello ho visto spirito e concentrazione. Tutti sanno quanto è importante il finale di stagione. Abbiamo tanto da dare, la squadra sta bene dobbiamo dimostrarlo sul campo. Vogliamo migliorare la nostra classifica, dobbiamo fare meglio del girone d’andata. Abbiamo un periodo che passerà velocemente e dobbiamo essere concentrati sul risultato odierno e possiamo raggiungere chi ci sta davanti in classifica. È un’opportunità da cogliere al volo. E sentiamo il pieno sostegno del club in questa fase della stagione». CHI GIOCA Anche nel corso della rifinitura di ieri, Pioli ha provato la formazione titolare che ormai si è cristallizzata negli interpreti al netto delle indisponibilità. In porta ci sarà Begovic, con Gigio Donnarumma che è ancora alle prese con dei lievi fastidi alla caviglia. In difesa ci sarà il ritorno di Kjaer al fianco di Romagnoli, con Gabbia che tornerà a essere un’alternativa. Sulle fasce agiranno Conti ed Hernandez mentre alle spalle di Ibrahimovic largo al trio composto da Castillejo, Calhanoglu e Rebic. Kessie e Bennacer completeranno la mediana. Ibra è anche a caccia del suo gol numero 60 con la maglia milanista, visto che ora è a quota 59 in 94 presenze ufficiali. Il Milan, per la prima volta nella sua storia, giocherà una gara casalinga di campionato a porte chiuse. L’ultimo precedente, invece, riguarda un Genoa-Milan del maggio 2010, quando la partita venne vietata a tutti i tifosi a causa del timore di scontri tra le due tifoserie.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.