Non c’è pace per Maria Teresa Ruta

Non c’è pace per Maria Teresa Ruta. La conduttrice, concorrente del Grande fratello vip insieme alla figlia Guenda, se l’è vista prima con i pesanti attacchi della ragazza – avuta dall’ex Amedeo Goria – che l’ha accusata di aver abbandonato lei e suo fratello Gian Amedeo, quando avevano 17 e 14 anni, per vivere la sua storia d’amore con il produttore discografico Roberto Zappulla, che ha sposato nel 2015.

E ora deve fronteggiare gli attacchi di un’altra donna. Si tratta di Anna Parziale, ex compagna di Roberto e madre di suo figlio Manuel, che ha svelato una verità molto diversa da quella raccontata dalla conduttrice all’interno della casa del Gfvip.

Maria Teresa, confidandosi con gli altri inquilini, ha spiegato il suo difficile rapporto con la donna, che l’avrebbe esclusa dalla sua vita, non permettendole di avere alcun rapporto con Manuel. «A me è stato impedito di partecipare alla comunione, alla cresima e alle feste di compleànno di Manuel perché non mi vogliono vedere», ha detto lei con amarezza. Roberto aveva spiegato a Maria Teresa che la sua ex compagna non voleva conoscerla: inizialmente aveva accettato la sua scelta, ma poi, con il passare degli anni, il fatto di non poter condividere con lui quella parte della sua vita le ha provocato una grande sofferenza.

A far infuriare Anna, però, non sono state queste dichiarazioni, ma il racconto che la conduttrice ha fatto della storia d’amore di lei con Roberto, liquidandola quasi come un’avventura di una notte. «Questa signora ha altri tre figli, era rimasta vedova, ha conosciuto Roberto ed è rimasta incinta », ha detto Maria Teresa nella Casa. «Lui non voleva sposarla, ma a 40 anni l’idea di avere un figlio gli faceva piacere e quindi le è rimasto vicino». Parole forti che hanno spinto Anna a uscire dall’anonimato per raccontare la sua versione dei fatti, che è decisamente diversa da quella della Ruta.

«Il mio compagno, mi tradì con Maria Teresa Ruta dopo 10 anni d’amore. Non è stata una storia di una notte come racconta lei. Lei si è permessa di infangare il mio nome di donna… Io e Roberto ci amavamo e lo dico con dolore, non perché lo ami ancora, ma per il modo squallido in cui mi ha lasciato e per lo stesso modo squallido in cui permette alla sua attuale compagna di parlare in Tv della madre del suo unico figlio », ha tuonato la signora Parziale, ospite di Barbara d’Urso a Domenica Uve. Secondo la donna, Maria Teresa avrebbe conosciuto Roberto nel 2006 quando era andata a Napoli per presentare un programma di Carmelo, cantante neomelodico e fratello di Roberto.

Pochi giorni dopo, lui sarebbe partito per Milano, dicendo che aveva trovato un lavoro.
«Un giorno mi ha telefonato, sostenendo che mi amava», ha raccontato Anna, che in quel periodo era ancora legata a lui. «Mezz’ora dopo, però, quando l’ho richiamato mi ha risposto una donna, e quando le ho detto chi ero, mi ha detto che avevo sbagliato numero e ha riagganciato. Non sapevo si trattasse della Ruta, l’ho scoperto due giorni dopo». Sempre secondo il racconto della donna, Zappulla sarebbe poi tornato a casa per dirle che lui aveva la sua vita a Milano e che tra loro era finita».

Una versione dei fatti che rischia di far passare la conduttrice, oggi opinionista e concorrente del Gf vip, come una sfasciafamiglie. Ecco perché Roberto ha deciso di intervenire per placare gli animi e per spiegare la sua posizione in una lettera, letta dalla d’Urso, in cui replica alle accuse della sua ex compagna. «Nei tuoi confronti non nutro nessun tipo di rancore e capisco il tuo dente avvelenato, ma non condivido le tue parole e quelle dette nei confronti di Maria Teresa, perché sai benissimo che non è stata lei a mettere fine al nostro rapporto», ha spiegato lui senza scendere nei dettagli, facendo presagire, però, che questo sia solo l’inizio di una lunga storia ricca di colpi
di scena. Per la soddisfazione del pubblico a casa. E chissà che la Ruta non chieda uno
spettacolare confronto diretto con la sua ex rivale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *