Perde 206 kg e compra il suo primo paio di jeans. Ecco come è oggi

Pubblicato il: 13 Giugno 2020 alle 5:01

Oggi purtroppo, vuoi la vita sedentaria, vuoi che c’è una vasta scelta di cibo spazzatura, l’obesità sta divenendo un vero e proprio danno, quasi una epidemia. Il sovrappeso, purtroppo è la causa principale degli aumenti dei disturbi cardiovascolari.Purtroppo i medici, hanno constato che spesso si entra in una spirale da cui è difficile uscire: ” Una vita sedentaria , stress, cattive abitudini alimentari possono facilmente pesare sulla bilancia.Questo è ciò che è accaduto a Nikki Webster, una donna di 34 anni che vive negli Stati Uniti. Per sua fortuna e grazie al suo coraggio e la sua perseveranza, la donna coraggiosa è riuscita a perdere quasi 206 kg.

Tutti lo sappiamo, che perdere peso, non è sempre un processo facile e che occorre molta determinazione e rinunce. Nel caso di Nikki, è stato ancora più difficile, anche se necessario per salvarsi da una morte certa. La donna, soffriva di una obesità grave, avendo raggiunto i 294 kg.Quando è riuscita a perdere i suoi primi 194 chili, ha comprato una cosa che aveva sempre sognato di indossare: il suo primo paio di jeans!

Prima del dimagrimento, per lei fare la doccia o alzarsi semplicemente dal letto erano diventate delle prove gigantesche. Ad un certo punto è scattata in lei una molla, che l’ha spinta a rivolgersi al Dott.Younan Nowzaradan. Queste le sue parole: “Il mio peso è debilitante. Ho continui dolori in tutti il corpo.

Sono arrivata al punto di odiare lui e me stessa. Il cibo, per me, è una vera e propria dipendenza e il mio peso mi sta uccidendo giorno dopo giorno”. In soli 3 mesi, Nikki è riuscita a perdere i 50 chili richiesti, dopo di che il Dott Nowzaradan, l’ha sottoposta ad un intervento chirurgico di bypass gastrico, ossia ad una riduzione del volume dello stomaco.

Oggi Nikki, è arrivata a pesare 88 chili.Come lei stessa ha detto durante una intervista: “Ho perso tanti chili e non è stato semplice, ma in compenso, ho trovato l’amore”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *