Pierluigi Diaco nel mirino delle critiche: ecco cosa non convince della conduzione

Pubblicato il: 26 Luglio 2020 alle 5:32

Pierluigi Diaco continua a essere nel centro della polemica per via di quello che è successo con Monica Setta ha dato il via a una lunga serie di critiche che sono state messe al giornalista e conduttore di casa Rai 1. A parlare di lui è stato anche il magazine dell’Espresso.

Pierluigi Diaco nella bufera

Come abbiamo avuto di raccontare, le ultime settimane sono state davvero difficili per Pierluigi Diaco si trova nel mirino dell’attenzione mediatica per via di quello che è successo nel programma di Io e Te durante l’intervista con Monica Setta.

Il conduttore insieme a Flavio Insinna ha cercato di chiedere scusa al pubblico dopo quello che è successo con la collega giornalista ospite del suo programma, ma a quanto pare questo non sarebbe stato sufficiente per far cambiare idea né al pubblico né evidentemente alla casa né a quanto pare la produzione televisiva che ha deciso di escludere poi Pierluigi Diaco… ma il tutto non finisce qui.

La critica a Pierluigi Diaco

A quanto pare la nuova edizione del programma di Pierluigi Diaco non avrebbe convinto assolutamente né il pubblico e nemmeno la critica.

Nel mirino delle notizie oggi troviamo la reazione di Luca Barbareschi che, durante la sua intervista, si è commosso durante il ricordo della sua carriera. Non a caso, ecco che questo durante la sua intervista aveva rilasciato la seguente dichiarazione in merito: “Ho tolto l’eredità a tutti i miei figli. Nessuno di loro avrà un euro ma ho dato a tutti l’opportunità del lavoro. Tutti hanno studiato in università che costano un milione di euro per l’educazione di quattro anni”.

Pierluigi Diaco non convince…

A quanto pare, dunque, Pierluigi Diaco si rifà molto allo stile di conduzione del mentore e amico Maurizio Costanzo e non solo. A quanto pare il conduttore e giornalista abbia anche deciso di portare nel suo stile anche un pizzico del modo di condurre di Barbara D’Urso.

Inoltre, secondo quanto reso noto anche da Kontrokultura è possibile leggere il commento in merito al programma di Io e Te fatto da L’Espresso: “Diaco si siede sulla poltrona bianca girato verso il juke boxe, accavalla la gamba sinistra, una mano in faccia, con due dita a tenere il naso e il pollice sotto il mento, e chiude gli occhi per ascoltare una canzone”.

Dunque, possibile che il mix di stili sia costato al programma e a Pierluigi Diaco che non è stato poi rinnovato in Rai?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *