Si è divertita a fare il video, poi è finita in commissariato. Il disastro di Angela da Mondello

Angela Chianello, meglio conosciuta come Angela di Mondello, casalinga palermitana divenuta nota la scorsa estate per il tormentone “Non ce n’è Covid”, è stata convocata in commissariato a Mondello a causa del video dell’omonima canzone girato sulla spiaggia di Mondello insieme a un gruppo di ragazzi, tutti stretti senza mascherina.

Stando a quanto riporta AdnKronos la donna, sulla quale si era scatenata l’ennesima polemica nelle ultime ore, è stata convocata al commissariato di Mondello dove è stata sentita dal vicequestore aggiunto Manfredi Borsellino, figlio peraltro del giudice Paolo Borsellino. Insieme alla donna è stato sentito anche il suo agente e per i due è stata disposta una sanzione amministrativa prevista dalla legge anti Covid. Si legge dalla nota stampa della Questura di Palermo:

La Polizia di Stato ha indagato in stato di libertà due persone, Angela Chianello ed il suo “web manager”, palermitani di 41 e 36 anni, per avere realizzato, in qualità di promotori e organizzatori, uno spettacolo-evento pubblico (video-clip musicale), occupando abusivamente ed arbitrariamente un’area demaniale marittima in concessione, tenuto peraltro in assenza della prescritta licenza di P.S. e dell’agibilità dei luoghi.

La nota ricostruisce l’accaduto: ” […] La mattina di domenica, intorno alle 07:00, un nutrito gruppo composto da circa 20 persone fosse intento a ballare e cantare senza indossare dispositivi di protezione individuale ed in violazione del prescritto distanziamento sociale”. Se ne deduce dunque che Chianello e la persona che si accredita come suo web manager “sono ritenuti responsabili per i citati reati e per le connesse violazioni amministrative della normativa c.d. anti-covid”.

Chi è Angela Chianello

Il personaggio di Angela Mondello è emerso agli onori delle cronache negli ultimi mesi, dopo aver fatto discutere per il suo grido di protesta contro il Covid, andato in televisione e successivamente ripreso sui social network, trasformandosi di fatto in un meme che è stato il tormentone di tutta la stagione estiva e che le ha garantito enorme visibilità all’inizio della stagione televisiva, grazie alla reiterata presenza nel salotto di Barbara d’Urso.

Perché Angela da Mondello è stata convocata in commissariato

Tormentone che è stato trasformato in musica nelle ultime settimane, con l’uscita “Non ce n’è Coviddi” prevista per il 10 novembre. Proprio il video della canzone aveva alimentato enormi polemiche nelle scorse ore, non solo per la natura discutibile dell’operazione, che va a speculare su un tema estremamente delicato e ancora attuale se si considerano i circa 400 morti giornalieri per Covid delle ultime settimane, ma anche perché tutti i protagonisti del video erano assembrati senza traccia di mascherina. Elemento che ha indotto il vicequestore Borsellino a convocare la donna e il suo agente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *