13enne prende l’auto della mamma: inseguita dalla polizia, investe e uccide due senzatetto

Una ragazzina di 13 anni ha travolto e ucciso due senzatetto mentre era alla guida dell’auto della madre in California. L’adolescente stava guidando il suv mentre una sua amica, minorenne, era seduta sul sedile del passeggero. L’incidente è avvenuto venerdì nella città di Escondido, nella regione della contea settentrionale della contea di San Diego. L’auto è stata fermata da un agente locale intorno alle 23.19 di sera vicino a Mission Ave e Gamble St per una violazione del codice stradale, secondo un comunicato della polizia. Il poliziotto è chiaramente rimasto sorpreso nello scoprire che l’auto era guidata da una 13enne che si era messa al volante dell’auto di sua madre all’insaputa di quest’ultima. Mentre l’agente si avvicinava alla macchina a piedi per comunicare con l’autista, le ragazzine sono fuggite.

L’inseguimento e l’incidente mortale

Stando alle ricostruzioni, hanno guidarono verso est su Mission Ave e apparentemente hanno tentato di svoltare a sinistra in Ash Street nord.  Ad un certo punto hanno perso il controllo del veicolo e la macchina è scivolata in una fioriera sul lato est della strada vicino a una struttura di trasferimento SDG & E, afferma il comunicato delle autorità.

La polizia ha raggiunto l’auto e ha scoperto l’incidente, procedendo a trattenere le ragazzine sul posto. Solo a quel punto gli ufficiali hanno scoperto che due uomini che dormivano tra i cespugli erano stati travolti dal veicolo. Uno dei due è morto sul posto mentre l’altro è deceduto in seguito in ospedale. La polizia e l’ufficio del medico legale stanno ancora cercando di identificare le due vittime, ma entrambi erano adulti e quasi certamente senzatetto. Le due minorenni sono state arrestate e successivamente riportate a casa dai genitori. Non è chiaro se l’adolescente alla guida debba affrontare delle accuse penali relative ai decessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *