Amedeo Duca d’Aosta chi è?

La notte del 22 maggio 2004, dopo le nozze degli allora Principi delle Asturie, il legittimo pretendente al trono d’Italia, Víctor Manuel de Saboya, diede due pugni al cugino Amadeo de Aosta durante la cena che i re Juan Carlos e Sofía offrì i suoi parenti nella Zarzuela. Amadeo, 77 anni, è morto questo martedì all’ospedale San Donato di Arezzo (Italia) dove era stato ricoverato da giovedì scorso per un problema cardiaco.

Amedeo, principe di Savoia Aosta e Duca d’Aosta, era nipote di Umberto II, ultimo re d’Italia dopo un regno di appena un mese nel maggio 1946, padre, a sua volta, di Vittorio Emanuele di Savoia. Amadeo nacque a Firenze nel 1943, figlio di Aimon d’Aosta, che fu per breve tempo re di Croazia, e della principessa Irene di Grecia, sorella del re Paolo di Grecia, che lo rese cugino di primo grado della regina Sofia. 

Amadeo de Aosta si sposò nel 1964 con Claudia de Orleans, figlia dei Conti di Parigi, dalla quale ebbe tre figli, Blanca, Aimon e Mafalda. Divorziato nel 1982, il Duca d’Aosta si risposò con la contessa Silvia Paternò dalla quale non ebbe figli.

Il defunto, ingegnere agrario, dedicò tutta la sua vita allo sfruttamento delle sue proprietà ad Arezzo, in Toscana. La sua vita è cambiata nel 2004 quando il governo italiano ha autorizzato il ritorno in Italia di Victor Manuel de Saboya, legittimo erede al trono, e l’Assemblea Monarchica ha scelto di nominare suo cugino Amadeo pretendente al trono. Ciò portò a duri scontri tra i due cugini, poiché il primo designò il suo unico figlio, Manuel Filiberto, come suo successore, e il secondo suo figlio Aimon.  

Amadeo de Aosta si autoproclamò capo della dinastia, titolo detenuto da Victor Manuel de Saboya. La motivazione addotta è il matrimonio morganatico di Victor Manuel con Marina Doria, che delegittimerebbe nella successione al trono l’unico figlio maschio di entrambi, Manuel Filiberto, sposato a sua volta con l’attrice francese Clotilde Coreau. I due rami della famiglia hanno combattuto una battaglia che ha avuto il suo punto grottesco durante il matrimonio di Felipe e Letizia fino a quando Víctor Manuel ha colpito Amadeo due volte e il re Juan Carlos li ha buttati entrambi fuori dalla Zarzuela, gridando “Mai più”.

Le liti si sono intensificate negli anni e Victor Manuel, con un passato di episodi violenti, tra cui la morte di un marinaio che ha sparato in un oscuro episodio in acque sarde, è riuscito a far sì che i tribunali italiani vietassero ad Amadeo de Aosta di utilizzare il cognome Savoia. Nelle ultime settimane, inoltre, Vittorio Manuele di Savoia ha abolito la legge salica che impediva alle donne di regnare e sua nipote Vittoria è entrata nella linea di successione al trono inesistente d’Italia. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *