Arianna Bergamaschi: chi è la voce della Disney degli anni 90, la sua storia

Arianna Bergamaschi la conosciamo tutti per essere la testimonial della Disney, oltre che una nota cantante e attrice. La sua è una famiglia di artisti e nello specifico la madre è una nota cantautrice ovvero Graziella Caly. Di Arianna sappiamo che sin da piccolina ha avuto una certa passione per il mondo della musica e in generale il mondo dello spettacolo. Ha esordito in questo mondo Infatti soltanto quando aveva 3 mesi, prendendo parte ad alcuni spot ed ha proseguito poi studiando canto e anche recitazione.

Potremmo definirla una bambina prodigio che ha iniziato in fasce a essere protagonista di alcuni spot pubblicitari ed è stata legata alla Disney per tantissimi anni. Ad ogni modo, nel corso della sua carriera ha collaborato anche con molti artisti di un certo calibro e non soltanto a livello nazionale, ma anche internazionale. Potremmo definirla proprio per questo un’ artista molto versatile. Ma cosa conosciamo di lei e della sua vita privata? Chi è il marito? Ha dei figli?

Arianna Bergamaschi chi è

È nata a Milano il 11 novembre 1975 sotto il segno dello scorpione. Dalla sua famiglia ha ereditato sicuramente una certa passione per la musica, visto che come già abbiamo avuto modo di anticipare, la madre è una nota cantautrice. E’ entrata a far parte del mondo dello spettacolo quando era soltanto una ragazzina, ovvero a circa 7 mesi fino ai 12 anni, prendendo parte ad alcuni spot pubblicitari. Ha iniziato anche la piccola a cantare in pubblico, prendendo lezioni di canto ed anche di recitazione.

Carriera

È stato però all’età di 13 anni che è stata scelta dalla Disney come volto ed anche come voce ufficiale firmando un contratto molto importante. Ha registrato con la Disney ben 4 album in soli 5 anni cantando tutta una serie di inediti e classici della Disney. Ovviamente crescendo poi sono anche cambiati i suoi interessi anche se non ha mai dimenticato da dove tutto è iniziato.

“Credo che questa cosa della Disney stia scemando. Pitbull ha dato una svolta alla mia carriera e lo ringrazio. Sono comunque grata alla Disney: non ci fosse stato quel contratto non sarei qui. Quell’esperienza però è diventata un peso. Ne è passata di acqua sotto i ponti, ma non tutti hanno capito che posso cantare qualcosa di più delle canzoni per i bambini”. Sono state queste le parole dichiarate da Arianna nel corso di un’intervista rilasciata un po’ di tempo fa a Vanity Fair.


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *